...

"Finché il sangue dei figli degli altri varrà meno del sangue dei nostri figli, fin quando il dolore degli altri per la morte dei loro figli, varrà meno del nostro dolore per la morte dei nostri figli, ci sarà sempre qualcuno che potrà organizzare stragi in piazze, banche o stazioni, su treni o su aerei, con bombe o missili, con la certezza di rimanere impunito."

Sandro Marcucci

In Viaggio con Rita Atria e Stefania Noce



PER INFORMAZIONI SCRIVERE AGLI INDIRIZZI:
assculturaleimmaginarte@gmail.com - info@stefaniamule.it 
slatella@ritaatria.it - nfurnari@ritaatria.it

DIRETTO e INTERPRETATO

DA STEFANIA MULÈ

“In Viaggio con Rita Atria e Stefania Noce”, il cui format è firmato dall’Associazione Culturale immaginARTE, è uno spettacolo che con il quale si vogliono ricordare queste due giovani donne, facendo “Memoria Attiva” delle loro Idee e delle loro lotte, attraverso le poesie ed i pensieri di Stefania Noce, volata per mano assassina su una Stella, le vicissitudini di Rita Atria ed il significato simbolico delle loro rose rosse, la Musica che ascoltavano…. “In Viaggio con Rita Atria e Stefania Noce” narra di queste due giovani donne, attraverso un Viaggio tra le Idee, i Sogni, le Speranze, che raccontano, innanzitutto, le loro Vite.

In questo modo, ricordare la loro “partenza” diviene pietra miliare che segna Impegno, specchio della propria coerenza.

http://www.stefaniamule.it/ac-immaginarte/blog/in-viaggio-con-rita-atria-e-stefania-noce/

News

Autore: Creato: 01/09/2011 13:46 RssIcon
Io ho un concetto etico di giornalismo. Un giornalismo fatto di verità, impedisce molte corruzioni, frena la violenza della criminalità, accelera le opere pubbliche indispensabili, pretende il funzionamento dei servizi sociali, sollecita la costante attuazione della giustizia, impone ai politici il buon governo. Se un giornale non è capace di questo si fa carico di vite umane. Un giornalista incapace, per vigliaccheria o per calcolo, della verità si porta sulla coscienza tutti i dolori che avrebbe potuto evitare, le sofferenze, le sopraffazioni, le corruzioni, le violenze, che non è stato capace di combattere." Giuseppe Fava
Da admin Il 14/07/2018 01:00
Il prossimo 17 luglio nella “nostra” Milazzo si terrà un convegno celebrativo della figura di Giorgio Almirante.

Non era un “semplice” uomo di destra. No, la storia non può essere “dimenticata” o “riscritta” secondo le proprie convenienze.

Almirante rivestì un ruolo rilevante nella Repubblica Sociale Italiana (fu capogabinetto del ministero della Cultura popolare), e fu dunque parte attiva nella strategia di repressione e di violenza posta in essere dai nazisti e dai fascisti repubblichini in danno dei partigiani e, spesso, anche della popolazione inerme. E’ in questo contesto di violenza e di recrudescenza che si collocano il ‘manifesto della morte’ apparso nei muri della Maremma a sua firma nella primavera del 1944, nonché gli eccidi che colpirono la nostra terra prima della liberazione. Redattore della rivista ‘La difesa della razza’, egli fu convintamente anti-semita. Né l’antisemitismo né la partecipazione attiva al fascismo repubblicano sono mai stati oggetto di un ripensamento da parte...
Da admin Il 02/07/2018 10:41

MatricolareNo. Non esiste in Italia un giudice a Berlino per Mario Ciancarella. Questa è l’amara costatazione dopo aver letto la sentenza del TAR di Firenze sulla restitutio in integrum del Capitano Ciancarella dopo che il Tribunale di Firenze aveva decretato la falsità della firma del Presidente Pertini sul decreto di radiazione.

Abbiamo pensato di ribaltare lo stile standard dei comunicati e quindi prima scriveremo cosa chiediamo e a chi chiediamo.

CHIEDIAMO

A CHI: al Presidente della commissione difesa, al Ministra della Difesa e al Presidente della Camera

COSA: di convocare il Capitano Mario Ciancarella presso le proprie sedi Istituzionali al fine di trovare una soluzione politica ad una palese vergogna di Stato. Chiediamo esclusivamente a loro in quanto nella precedente legislatura proprio il M5S si stupì del silenzio su questo caso presenziando alla conferenza stampa tenutasi in Parlamento dicendoci che se fossero stati al governo le cose sarebbero di certo diverse. [...]

Da admin Il 04/06/2018 18:20

Non servono molte parole per descrivere un delitto di mafia. Il nostro fratello Sacko Soumayla è morto per lottare contro la mafia del caporalato. E' morto per i suoi diritti. A lui, ai suoi compagni, il nostro impotente supporto... ma non volevamo tacere... volevamo comunque schierarci. Grazie ragazzi. Grazie per il vostro coraggio, per la vostra dignità, per la lezione che avete dato a tutti noi.


Associazione Antimafie Rita Atria

Da admin Il 21/04/2018 09:37

Accogliamo con soddisfazione la sentenza pronunciata dalla Corte D'Assise di Palermo che a conclusione del processo sulla trattativa Stato-mafia ha riconosciuto la validità dell'impianto accusatorio condannando l'ex Senatore Marcello Dell'Utri e gli ufficiali del Ros dell'Arma dei Carabinieri Mori, Subranni e De Donno, insieme ai mafiosi Bagarella e Ciná per minaccia a corpo politico dello Stato.

Una sentenza storica che conferma dopo la sentenza del processo sulla strage di via dei Georgofili, che una trattativa tra pezzi di Stato e i vertici di "cosa nostra" sia realmente avvenuta e che apre nuovi scenari di indagine nellla ricerca della verità sulle stragi che hanno colpito l'Italia nei primi anni '90 e sul contesto criminale, politico e istituzionale in cui sono avvenute.

Da admin Il 17/04/2018 17:00

Negarlo ancora è inaccettabile e gravissimo
Da admin Il 06/04/2018 09:27
Il processo sul Muos di Niscemi, celebrato a Caltagirone, quello con rito abbreviato, in cui un dirigente della Regione Siciliana e tre imprenditori erano imputati di abusivismo edilizio e violazione della legge ambientale per la costruzione del sistema di telecomunicazione militare USA, si è concluso ieri con un lapidario "assolti perché il fatto non sussiste» e «rigetto della richiesta di confisca della struttura».  
Da admin Il 14/02/2018 14:04

Il 15 febbraio, Nadia Furnari, come accade ormai da quasi 10 anni, dovrà comparire davanti al tribunale di Messina per la chiamata in giudizio promossa dall’ex Prefetto di Messina, Stefano Scammacca, contro l’Avvocato Repici che, in due lettere rivolte al Presidente del Consiglio dei Ministri nel 2007, denunciava fatti e circostanze che coinvolgevano lo stesso ex prefetto. Lei, in particolare, è stata citata nel procedimento per una richiesta di risarcimento danni, in quanto accusata di essere, attraverso il sito www.ritaatria.it, l’organo divulgatore delle lettere.

Da admin Il 09/02/2018 09:59
A fine gennaio una “passeggiata” neofascista nel quartiere Primavalle a Roma poneva all’indice i migranti e le persone indigenti che vivono nel quartiere come “colpevoli” di ogni degrado e criminalità. Dopo il femminicidio di Pamela a Macerata, e l’atto terroristico neofascista, in poche ore la propaganda xenofoba e razzista ha puntato indice e tutte le altre 19 dita contro i migranti (e chi con loro è solidale) accusandoli indistintamente di essere colpevoli di spaccio di droga, mafia, insicurezza, criminalità e degrado. Arrivando anche ad affermare che è la presenza dei migranti ad aver scatenato l’atto criminale. Gli unici da condannare sono gli africani presenti in Italia. Ad oggi la dinamica non è ancora definita ma la colpa è dei migranti, senza se e senza ma. Emergesse altro sbaglierebbero la realtà e gli inquirenti. Eh si, perché in realtà c’è un altro passaggio delle ultime ore di Pamela che esiste: nelle ore precedenti il suo assassinio c’è chi l’ha pagata per avere un rapporto sessuale. Diventato...
Da admin Il 02/02/2018 07:38
26 anni da quel maledetto 2 febbraio 1992.
Più di 5 anni dalla riapertura delle indagini.
E' la storia di questo Paese dove i "misteri" anche se ormai senza veli possono essere tali perché siamo privi di memoria Storica.
Le indagini aperte da 5 anni a Massa comunque ci consegnano un dato di fatto: la morte di Sandro Marcucci e Silvio Lorenzini non sembra essere quello che in maniera sbrigativa una commissione ministeriale e l'allora procura di Massa hanno sentenziato.

... in primo piano

Intervento di Nadia Furnari al Parlamento Europeo nell'ambito dell'iniziativa organizzata da EFDD

Tutti gli interventi all'indirizzo: https://www.youtube.com/watch?t=8105&v=GzrezGJauWU

Verità e Giustizia per Sandro Marcucci ...

"Finche’ il sangue dei figli degli altri varrà meno del sangue dei nostri figli, fin quando il dolore degli altri per la morte dei loro figli, varrà meno del nostro dolore per la morte dei nostri figli, ci sarà sempre qualcuno che potrà organizzare stragi in piazze, banche o stazioni, su treni o su aerei, con bombe o missili, con la certezza di rimanere impunito."

Sandro Marcucci
 

"Con le nostre storie e con il nostro impegno... dobbiamo avvicinarci agli altri..."


La bellezza contro la mafia

 
                                   
   

Facebook

Radiazione Ciancarella - Firma falsa Pertini

Radiazione Ciancarella firma falsa

NO MUOS

NO MUOS

5 x 1000

5 x 1000 Associazione Antimafie Rita Atria

Aiuta le attività totalmente autofinanziate

dell'Associazione Antimafie Rita Atria

Dona il tuo 5 x 1000

Codice Fiscale: 92020250830

Rita Atria

Rita Atria

Sandro Marcucci

Aspetta Giustizia dal 2 febbraio 1992


Rita Atria a Teatro...

Una collaborazione con A.C. immaginARTE di Stefania Mulè

Stefania Mulè - Teatro Rita Atria Stefania Noce

"E' una delle più belle manifestazioni di ricordo e di lotta e di richiesta di verità e giustizia a cui io abbia mai partecipato. Siete stati veramente bravi ma non solo bravi.Ci vuole anima ci vuole cuore, ci vuole passione per fare quello che avete fatto"

Franca Imbergamo (Distrettuale Nazionale Antimafia - Roma)

...

Siamo un'associazione completamente autofinanziata

Associazione Antimafie "Rita Atria"
C.F. 92020250830
BANCA NUOVA FILIALE MILAZZO

IBAN: IT23J0513282291870570232673

Per Pagamento con PayPal

YouTube

Rita Atria YouTube Channel

Ustica: Telejato intervista il Cap. Ciancarella 1/2


Ustica: Telejato intervista il Cap. Ciancarella 2/2

Informazione di Frontiera

Casablanca


20 Anni: 1994 - 2014

Il Ventennale a Milazzo ...
prossima tappa in autunno a Bari


 


 

Memoria Attiva (WITKO)
pensato e scritto per i 20 anni
dell'Associazione Antimafie "Rita Atria"

Noi non siamo l'individuo medio metropolitano 
Giustizieri parolieri 
Da un comodo divano 
Noi pensiamo che giustizia 
Sia una parola amica 
Che contiene in se il rispetto e il suono alto della vita 
il suono alto della vita
Siamo nati da vent'anni e portiamo un nome buono 
Una lacrima di rabbia 
E speranza dentro al cuore 
speranza fa rumore 

E avanti
a mani nude
E pugni chiusi
Senza avere paura

Avanti
La verità non sa morire
Avanti
Il mondo è fatto per cambiare
E' mio

 I nostri passi fuori dai cancelli americani 
Sono un no deciso e secco 
Come i calli delle mani 
A macchine di morte a segreti senza fine 
Alle prese per il culo di cent'anni di regime 
Il pesce puzza sempre dalla testa e quell’odore 
Anche se cambi l'aria 
La puzza non si muove 
Se il pesce resta al sole


E avanti
a mani nude
E pugni chiusi
Senza avere paura
Avanti
La verità non sa morire
Avanti
Il mondo è fatto per cambiare
è anche mio
 

Grazie a questa gente
Che condivide il senso
Che esiste un mondo nuovo
A volerlo fino in fondo
Puoi cercarci nelle piazze
Al di fuori dei palazzi
Dove mischiano le carte
E la chiamano la legge
Puoi cercarci nei quartieri
Dove brucia la speranza
Dove è scritto no alle mafie
Dove è scritto
Resistenza 
Dove è scritto
Resistenza 


Io non ho paura
Di aver paura
Io non ho paura 
Di aver paura

Io non ho paura 





"Rita Atria" - Primo Piano

Bari: il Melograno della legalità rubato...
ripiantato in meno di 48 ore

Alla nostra Associazione il premio Parmaliana