"Forse un mondo onesto non esisterà mai 

ma chi ci impedisce di sognare

Forse se ognuno di noi prova a cambiare

Forse ce la faremo"

Rita Atria

Attenzione! Sito in fase di migrazione... procediamo lentamente...

5x1000 Associazione Antimafie Rita Atria

Associazione Antimafie "Rita Atria"

C.F. 92020250830

IO SONO RITA

Prefazione Dott.ssa Franca Imbergamo - Procura Nazionale Antimafia

Trent'anni dopo, un libro-inchiesta ricostruisce la storia di Rita Atria, abbandonata dalle Istituzioni, le stesse che avrebbero dovuto prendersi cura di lei. “Farò della mia vita anche della spazzatura, ma lo farò per ciò che io sola ritengo conveniente”, scriveva Rita alla sorella Anna Maria nell'ultima lettera, qui pubblicata per la prima volta. Sola, con il coraggio dei suoi 17 anni, si mette contro la mafia partannese affidandosi al giudice Paolo Borsellino, consapevole della fine che le sarebbe potuta toccare. Il 26 luglio 1992, una settimana dopo il massacro di via d'Amelio, Rita sarà indirettamente la settima vittima di quella stessa strage. 

Con Fiammetta Borsellino "Io sono Rita"
Io sono Rita, Rita Atria la settima Vittima di via D'Amelio

Il trentennale si avvicina

Sono passati 30 anni da quel tragico 1992: le stragi di Capaci e via D'Amelio a Palermo e poi ...viale Amelia a Roma. Nelle prossime settimane inizieremo a dare qualche anticipazione.

STRAGE DI CAPACI - 23 maggio 1992

Vengono uccisi: il Giudice Giovanni Falcone, Francesca Morvillo, moglie di Falcone e gli agenti di scorta Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro

STRAGE DI VIA D'AMELIO - 19 luglio 1992

Vengono usccisi: il Giudice Paolo Borsellino e gli agenti della scorta: Emanuela Loi, Agostino Catalano, Walter Eddie Cosina, Vincenzo Li Muli e Claudio Traina

26 luglio 1992 - Viale Amelia Roma

Rita Atria (si dirà ufficialmente "suicidio")

Matteo Messina Denaro - deposizione del 1993 

Un documento trovato nell'ambito di un lavoro congiunto con la Testata LeSiciliane per ricostruire il contesto nel quale le denunce di Rita Atria si inserivano...

Si ringrazia la giornalista Giovanna Cucè del TG1 per portare avanti un giornalismo non urlato ma documentato e serio.

Matteo Messina Denaro - l'audio

𝘿𝙖𝙡 𝙡𝙖𝙫𝙤𝙧𝙤 𝙙𝙞 𝙞𝙣𝙘𝙝𝙞𝙚𝙨𝙩𝙖 𝙙𝙚𝙡𝙡❜𝘼𝙨𝙨𝙤𝙘𝙞𝙖𝙯𝙞𝙤𝙣𝙚 𝘼𝙣𝙩𝙞𝙢𝙖𝙛𝙞𝙚 𝙍𝙞𝙩𝙖 𝘼𝙩𝙧𝙞𝙖 𝙚 𝙙𝙚 𝙇𝙚𝙎𝙞𝙘𝙞𝙡𝙞𝙖𝙣𝙚 che confluirà in un libro che uscirà in occasione del trentesimo anniversario della morte di 𝓡𝓲𝓽𝓪 𝓐𝓽𝓻𝓲𝓪 - la voce di 𝗠𝗮𝘁𝘁𝗲𝗼 𝗠𝗲𝘀𝘀𝗶𝗻𝗮 𝗗𝗲𝗻𝗮𝗿𝗼 testimone al processo Accardo+30.

 

Un GRAZIE immenso al Tribunale e alla Procura di Marsala. Grazie a chi ha saputo cogliere nelle nostre richieste solo ricerca di Verità e Giustizia e necessità di raccontare i contesti in cui la Testimonianza di Rita Atria è avvenuta. Grazie a tutti ... dalla Presidente del Tribunale al Procuratore; dalle Funzionarie ai Funzionari; dalle Direttrici ai Direttori; dalle Dipendenti ai Dipendenti... senza il loro lavoro di CURA e ricerca di quanto cercavamo non avremmo raggiunto questi risultati. Senza la loro disponibilità ad aiutarci nonostante carenza di organico e locali - chiamati impropriamente archivi - distanti dalle sedi...faldoni su faldoni da scoraggiare chiunque nella ricerca.

Associazione Antimafie Rita Atria
Le Siciliane

Le Istituzioni, da questa storia, dovrebbero imparare ad avere CURA della memoria giudiziaria e storica di questo Paese. Abbiamo "curato" ogni singolo millimetro di quei nastri avendo paura che si rompessero... ma alla fine anche "loro" hanno deciso di sbloccarsi e tornare a girare.

Rita Atria - Ora che è morto Borsellino...

Rita Atria - Ora che è morto Borsellino...

"Ora che è morto Borsellino, nessuno può capire che vuoto ha lasciato nella mia vita. Tutti hanno paura ma io l'unica cosa di cui ho paura è che lo Stato mafioso vincerà e quei poveri scemi che combattono contro i mulini a vento saranno uccisi. Prima di combattere la mafia devi farti un auto-esame di coscienza e poi, dopo aver sconfitto la mafia dentro di te, puoi combarrete la mafia che c'è nel giro dei tuoi amici, la mafia siamo noi ed il nostro modo sbagliato di comportarsi. Borsellino, sei morto per ciò in cui credevi ma io senza di te sono morta." [*elaborazione dell'immagine soggetta a copyright immaginARTE 2019]

Siamo un'associazione completamente autofinanziata

Associazione Antimafie "Rita Atria"C.F. 92020250830
Intesa Sanpaolo filiale di Milazzo

IBAN: IT57C0306982292100000002659

 

Donazioni con PayPal

email: info@ritaatria.it

pec: associazioneantimafieritaatria@pec.it

copyright 2020 Associazione Antimafie Rita Atria - C.F. 92020250830 - info@ritaatria.it