...

"Finché il sangue dei figli degli altri varrà meno del sangue dei nostri figli, fin quando il dolore degli altri per la morte dei loro figli, varrà meno del nostro dolore per la morte dei nostri figli, ci sarà sempre qualcuno che potrà organizzare stragi in piazze, banche o stazioni, su treni o su aerei, con bombe o missili, con la certezza di rimanere impunito."

Sandro Marcucci

News

Da admin Il 05/04/2017 12:36
Il prossimo 7 aprile, davanti al Tribunale di Messina, Antonio Mazzeo dovrà affrontare il  processo, dal sapore kafkiano, per diffamazione a mezzo stampa scaturito da una querela presentata dal Comune di Falcone e dall’ex sindaco Cirella  per l’inchiesta pubblicata sul periodico I Siciliani giovani (n. 7 luglio-agosto 2012), dal titolo “Falcone comune di mafia fra Tindari e Barcellona Pozzo di Gotto”.

Da admin Il 17/07/2016 07:27
Casablanca n. 45

L’Indignazione:
Ancora bavagli, bastoni e manganelli?

Una storia risolta! Tutto per il meglio dunque, ma la riflessione non può fermarsi solamente al buon esito della questione. Non può fermarsi solo al fatto che in tanti abbiamo scritto e firmato solidarietà e vicinanza a Luca Casarini. Il fatto è accaduto. E si tratta di un caso per lo meno discutibile. [...]


Da admin Il 29/05/2016 09:28

Editoriale di Graziella Proto 

Casablanca n. 44La mia Antimafia

Da qualche tempo l’antimafia vive una fase difficile. Anche far uscire questo numero di Casablanca, mi sembra fuori luogo. Sbagliato.
Non posso non pensare alla telefonata con la quale un famoso collega – parecchi anni addietro – mi invitava a fare insieme un servizio sull’antimafia siciliana e io gli dissi “No, non voglio girare il dito nella piaga, mi rendo conto che c’è qualche problema, ma non me la sento di sputtanare su una testata nazionale i problemi dell’antimafia siciliana”. Avevo sottovalutato! “’O sistema” avviluppa con molta più semplicità di quanto si pensi, soprattutto i più fragili, i deliranti, i disperati. Anche i malati di potere, certamente. E l’antimafia è stata anche questo – ce lo diciamo da anni – un trampolino di lancio per tanti.[...]

Da admin Il 28/03/2016 18:39
«Può ritenersi dimostrato che la mafia “barcellonese” presenta una strutturazione e metodi operativi del tutto omologhi a quella di Cosa nostra palermitana.»
Da admin Il 24/03/2016 18:59

Rosario Crocetta e Vania Contraffatto hanno scritto al presidente del Consiglio, al ministero dell’Ambiente e al dipartimento della Protezione Civile chiedendo di proclamare lo stato di emergenza rifiuti nel territorio siciliano «al fine di scongiurare la ulteriore compromissione dello stato ambientale e sanitario».

Da admin Il 22/12/2015 07:24
La notizia: il GIP Gaetana Bernabò Distefano proscioglie Mario Ciancio perché «Il fatto non costituisce reato»

...Insomma... non perdiamo tempo neanche a farlo il processo. Il GIP a Catania decide: il processo non serve. Per Ciancio "il fatto non costituisce reato" e questa è una bellissima notizia non solo per l'imputato ma anche per tutti quelli che non ci hanno messo la faccia. Ora potranno continuare tranquillamente a comprare la Sicilia senza sentirsi minimamente in colpa. A Catania la mafia non si occupa di informazione e di politica. A Catania la mafia ha la coppola e soprattutto si trova in periferia probabilmente a Librino.[...]

Da admin Il 25/09/2015 12:58

Lo scorso 18 settembre la società Edipower SpA ha depositato presso il Ministero dell'Ambiente la documentazione per la pubblica consultazione, relativa alla "Procedura di valutazione di impatto ambientale" per ottenere l'Autorizzazione integrata ambientale (procedimento congiunto VIA-AIA) dal Ministero dell'Ambiente e Tutela del Territorio e del Mare, relativa al progetto "Centrale Termoelettrica di S. Filippo del Mela (ME): progetto Impianto di Valorizzazione Energetica CSS, proponente Edipower SpA".  

Da admin Il 08/09/2015 13:00

L’Associazione Antimafie Rita Atria – da oltre vent’anni presidio di legalità sul territorio – ha sempre denunciato in tutte le sedi opportune ogni fenomeno di corruzione, malaffare o connivenza mafiosa. Nello specifico il territorio della zona tirrenica della provincia di Messina – come ampiamente dimostrato dagli organi competenti – è caratterizzato da una forte presenza mafiosa e da una diffusa connivenza tra le consorterie mafiose e la politica.  

Da admin Il 03/08/2015 10:50

Pubblichiamo la richiesta di replica sulle Considerazioni su articoli apparsi sul Corriere della Sera a firma Angelo Panebianco e     Maurizio Caprara sul tema del MUOS e sul pronunciamento del Generale Arpino sullo  stesso tema e tenore alla emittente Formiche.net.

Consapevoli che mai ci daranno spazio... mettiamo a disposizione le nostre analisi... 

Da admin Il 06/06/2015 11:26

Nel precedente comunicato stampa congiunto, Zero Waste Sicilia e le altre associazioni ambientaliste ed antimafia firmatarie hanno stigmatizzato l’idea del presidente Crocetta di trasformare i rifiuti in combustibile pulito (il CSS). Non solo perché non esiste il combustibile pulito, specialmente se solido, ma soprattutto perché si reitera un comune errore della politica italiana, ovvero trasformare RISORSE PUBBLICHE – quali sono i rifiuti! – in lucro di pochi potenti (i padroni delle discariche e degli inceneritori).

Da admin Il 20/05/2015 08:03

L'Associazione Animafie "Rita Atria" non credendo alle parole da bar e ad articoli scritti senza fonti oggettive ma degni della peggiore tradizione del fango, non intende unirsi al silenzio che avvolge questa vicenda. Andremo fino in fondo, verificheremo nelle sedi opportune e seguiremo il tutto con le modalità che ci hanno sempre contraddistinto... ma andremo fino in fondo! Non si può archiviare nel silenzio questa vicenda perché non si può ignorare la storia di un giornalista come Rino Giacalone.

di Michela Gargiulo su http://www.articolo21.org/2015/05/64666-rino-giacalone/

giacalone-rino0C’è un collega siciliano, si chiama Rino Giacalone. E’ un giornalista che si occupa di mafia, lo fa in un territorio difficile  dove scrivere è ancora un mestiere che ti può far correre dei rischi. Rino è un amico ma questo non significa niente. Posso dire che è un professionista, che ha seguito processi difficili e che non si è mai tirato indietro quando c’era una storia scomoda da raccontare. In mezzo alle difficoltà ha sempre risposto con un grande sorriso e ai colleghi “stranieri” ha sempre regalato notizie e documenti. [...]

Da admin Il 24/04/2015 12:07
Il movimento “No Muos” arriva nelle aule del parlamento europeo di Bruxelles grazie un convegno che ha visto attorno allo stesso tavolo istituzioni regionali, nazionali ed europee tutte insieme a discutere sulla inopportunità della costruzione dell’impianto, insieme ai massimi esperti della questione.
Da admin Il 31/03/2015 07:29

“A Messina la mafia non esiste, a Messina è tutto tranquillo, a Messina non succede mai niente…”

Messina è stata sempre definita città “babba”. Questo perché, nel piano di controllo del territorio da parte di Cosa Nostra, la provincia peloritana doveva restare tranquilla, nell’ombra.

Da admin Il 27/03/2015 23:01

Dopo aver ascoltato il dottor Nicolò Marino, assessore dal al, sempre nell'ambito dell'approfondimento che la Commissione parlamentare d’inchiesta sui rifiuti sta conducendo relativamente alla Regione siciliana, è stato il turno dell’attuale assessore all'energia e ai servizi di pubblica utilità della Regione siciliana, Vania Contrafatto e dell’ex dirigente generale del dipartimento della regione siciliana delle acque e dei rifiuti Marco Lupo a raccontare la gestione dei rifiuti in Sicilia negli ultimi anni.

Da admin Il 15/03/2015 13:36

Riesplode lo scontro sulla gestione delle discariche private in Sicilia

di Carmelo Catania

In questi giorni la situazione della gestione dei rifiuti siciliana è stata oggetto della visita da parte della Commissione parlamentare d'inchiesta sul ciclo dei rifiuti.

In precedenza, nel 2010, la Commissione aveva approfondito la “questione Sicilia” e la situazione di emergenza allora presente, verificando alcune situazioni di grande criticità che riguardavano la gestione dei rifiuti.

Da admin Il 15/03/2015 13:32

Con riferimento alla conferma del sequestro del Pilone 40 da parte del Tribunale di Messina ed alla nota emessa dalla Società Terna S.p.A., acriticamente pubblicata da molti giornali, le associazioni ed i comitati, che dal 2010 contrastano il progetto dell’opera, precisano punto per punto quanto segue:

Da admin Il 09/03/2015 21:02
È stato quindi un piacevole ritorno alle origini oggi per l'Associazione quando davanti all'attenta classe quinta della signora Fiorentino, dell'istituto “Don Bosco” di Pace del Mela (ME), Cettina Merlino Parmaliana – accompagnata, in questo suo esordio “ufficiale” come attivista, da Daniele Andaloro e Carmelo Catania – ha raccontato la storia della “nostra” Rita
Da admin Il 21/02/2015 14:35

Il prossimo 25 febbraio si terrà a Palermo la nuova conferenza dei servizi relativa alla concessione dell'autorizzazione integrata ambientale per l'impianto di biostabilizzazione e per l'impianto di smaltimento del percolato prodotto dalla discarica di Mazzarrà Sant'Andrea di proprietà della Tirrenoambiente.

Da admin Il 07/02/2015 20:36

Aumenta la preoccupazione dei cittadini della Valle del Mela che si interrogano se il futuro dell’azienda Edipower di San Filippo del Mela (di proprietà della multinazionale A2A) è effettivamente legato alla riconversione dall’olio combustibile al CSS, il cosidetto combustibile solido secondario derivato dai rifiuti.

L’informazione ufficiale ne sta parlando oggi, sull’onda della protesta, ma c’è chi lo denuncia da tempo. L’articolo che segue è stato pubblicato dal nostro Carmelo Catania sul periodico I Siciliani giovani nel mese di aprile 2014, eppure il suo contenuto è più che mai attuale.

Da admin Il 03/02/2015 09:30

Solidarietà al giornalista Rino Giacalone

Apprendiamo che il nostro amico Rino Giacalone è stato denunciato dalla moglie di un mafioso... e che mafioso! per averlo diffamato... è il segno dei tempi... A Rino la nostra massima solidarietà. La solidarietà dell'Associazione Antimafie "Rita Atria" .



"Oggi, martedì 3 Febbraio, inizia il processo nei confronti del giornalista Rino Giacalone(portavoce del Circolo di Articolo21 di Trapani, ndr), presso il Tribunale di Trapani, accusato di aver offeso la reputazione del boss mafioso di Mazara del Vallo, Mariano Agate."

fonte: http://www.articolo21.org/2015/02/si-apre-oggi-il-processo-al-giornalista-rino-giacalone-per-aver-offeso-la-reputazione-ad-un-mafioso-ed-eccoci-come-promesso-pronti-a-raccontare-uno-dei-tanti-paradossi-del-sistema-giudiziario-italia/


Da admin Il 21/01/2015 21:04
“Il giornalista, seppur utilizza toni particolarmente forti ed espressioni suggestive, a parere di quest’ufficio, non travalica il limite di critica politica/storica posto che nella ricostruzione della storia del Comune di Falcone richiama fatti da sempre ricollegati al paese nonché problematiche sociali che attengono alla realtà del territorio locale”. Così scrive la dottoressa Francesca Bonanzinga, Pubblico ministero del Tribunale di Patti (Messina), nella richiesta di archiviazione depositata il 7 febbraio 2013 nei confronti del giornalista Antonio Mazzeo, querelato dal Comune di Falcone per un’inchiesta pubblicata sul periodico I Siciliani giovani (n. 7 luglio-agosto 2012), dal titolo “Falcone comune di mafia fra Tindari e Barcellona Pozzo di Gotto”.
Da admin Il 05/10/2014 07:24
La Rai ha accolto la nostra richiesta di inserire nel suo palinsesto la fiction "Non parlo più" di Vittorio Nevano dedicata a Rita Atria. Ci segnalano che orientativamente avverrà a metà ottobre su RAI Premium.
Anche questo ci sembra un gran bel risultato... grazie a Vittorio Nevano per la sua collaborazione e per aver stimolato la nostra azione.

Vi terremo informati sul giorno esatto.


Ass. Antimafie "Rita Atria"

Da admin Il 16/10/2013 20:26

fonte http://ctzen.it/2013/10/16/giornalista-condannato-a-pagare-25mila-euro-rino-giacalone-siamo-tornati-agli-anni-80/

Il cronista è stato condannato per diffamazione e dovrà risarcire l’ex sindaco di Trapani Girolamo Fazio. Inoltre dovrà pubblicare a sue spese per quattro volte la sentenza sul quotidiano Il giornale di Sicilia. «Forse non sono obiettivo, ma è una sentenza che non sta né in cielo né in terra», afferma ancora incredulo il professionista. La vicenda che lo riguarda accade in un periodo difficile per la categoria siciliana, tra perquisizioni ordinate dalla Procura di Catania e minacce da parte della mafia.

Da admin Il 10/10/2013 06:52
Solidarietà al nostro amico Rino Giacalone,.... e siccome la solidarietà non basta... proveremo ad essere un po' più attivi... affinche vinva la R'Esistenza sull'ignavia.... ci stiamo organizzando!

(ANSA) Il giornalista Rino Giacalone è stato condannato a pagare un risarcimento danni di 25 mila euro all'ex sindaco di Trapani, Girolamo Fazio. Il giudice Giovanni Campisi ha ritenuto diffamatori alcuni passaggi di un articolo di Giacalone pubblicato nel 2007 sul sito di «Articolo 21». Conteneva valutazioni critiche per una lettera di Fazio all'ex prefetto Fulvio Sodano, che imprenditori poi arrestati per mafia avevano affrontato per indurlo a rinunciare alle sue iniziative contro Cosa nostra.   

 Un largo schieramento del consiglio comunale aveva proposto il conferimento a Sodano della cittadinanza onoraria. Ma qualche tempo dopo Fazio scrisse all'ex prefetto per spiegare, tra l'altro, che la cittadinanza non gli era stata conferita perchè il suo caso era diventato «oggetto di strumentalizzazione politica».    

...
Da admin Il 25/09/2013 22:51

4 – Graziella Proto  L’Amore al tempo del NO MUOS /  9 – Antonio Mazzeo Sto MUOS-tro s’ha dda fa' / 16 – Fulvio Vassallo Paleologo   CARA, CIE, CPE… Le Ali della Libertà / 20 –Testimoni di Giustizia: senso civico? Simona Secci – Ulisse23 – Graziella Proto A muso duro contro la miseria /  26 – Don Pino Puglisi… Preti di Strada  Umberto Santino32 – Chiesa che resiste e chiesa che si volta dall’altro lato Paola Bottero34 – Roberta Barone  La Patria si serve anche da lontano / 36 – Valentina Colli Femminicidio Culturale / 38 –Partanna Ass. “Rita Atria” Nadia Furnari Rita Atria - la Memoria…/ 42 – E’ finita la festa? Valentina Ersilia Matrascia44 – Diritti LGBT – Palermo alla riscossa Nadia  Furnari / 47 Lettere… dai diritti di frontiera – Goffredo D’Antona

Da admin Il 05/01/2013 09:36

Pippo Fava era un Giornalista con la G maiuscola e un Siciliano con la S maiuscola. Pippo Fava oggi continua a parlare, a scrivere, con i suoi articoli che rileggendoli sembrano scritti ieri.... Vogliamo ricordare Pippo Fava attraverso Pippo Fava e non attraverso la retorica delle parole di "rito" che tanti oggi useranno indegnamente.

Io ho un concetto etico del giornalismo. Ritengo infatti che in una società democratica e libera quale dovrebbe essere quella italiana, il giornalismo rappresenti la forza essenziale della società. Un giornalismo fatto di verità impedisce molte corruzioni, frena la violenza la criminalità, accelera le opere pubbliche indispensabili.

Pretende il funzionamento dei servizi sociali. Tiene continua-mente allerta le forze dell’ordine, sollecita la costante attenzione della giustizia, impone ai politici il buon governo. [...]


Da admin Il 09/12/2012 11:09

Nadia FurnariEsprimiamo tutto il nostro sostegno a Nadia Furnari (nella foto), fondatrice e anima dell’Associazione Antimafie Rita Atria e da tantissimi anni punto di riferimento dell’intera associazione e di tantissime altre persone impegnate nell’antimafia sociale. Il 13 dicembre prossimo Nadia dovrà comparire in Corte d’Appello di Messina per la chiamata in giudizio promossa dall’ex Prefetto di Messina, Stefano Scammacca, contro l’Avvocato Repici che, in due lettere rivolte al Presidente del Consiglio dei Ministri nel 2007, denunciava fatti e circostanze che coinvolgevano lo stesso ex prefetto. Nadia Furnari è stata citata nel procedimento per una richiesta di risarcimento danni, in quanto accusata di essere, attraverso il sito www.ritaatria.it, l’organo divulgatore delle lettere.[...]

Da admin Il 20/11/2012 18:49

Ancora una volta la verità, quando diventa informazione, scatena le irritazioni di chi da quella verità si sente colpito. 

Ancora una volta un giornalista viene denunciato e, guarda caso, sul piano civile, da un politico (ex sindaco di Trapani).  

Una “moda” che nel nostro paese sta prendendo pericolosamente piede e mette seriamente a rischio la libertà di pensiero e, di conseguenza, l’informazione libera. 
L’Associazione Antimafie “Rita Atria” esprime solidarietà al giornalista Rino Giacalone nella vertenza giudiziaria che lo vede opposto all’ex sindaco di Trapani, Girolamo Fazio.

All'ex sindaco Fazio diciamo che anzi di denunciare Rino Giacalone lo dovrebbe ringraziare perché è ampiamente dimostrabile che in tutti questi anni ha dimostrato di essere rara voce libera dell'informazione trapanese.

Da admin Il 30/10/2012 21:41

Arnaldo Capezzuto

Immaginate una sala di un cinema con 161 poltrone dove siedono ragazzi, giovani, anziani, adulti, bambini e neonati. Chiudete gli occhi e nel momento in cui li riaprite davanti a voi su quelle 161 poltrone occupate da ragazzi, giovani, anziani, adulti, bambini e neonati ci sono solo corpi dilaniati, volti tumefatti, brandelli fumanti, addomi spappolati, crani sfondati, materia celebrare diventata un tutt'uno con il piombo sciolto dei proiettili esplosi. [...]

Da admin Il 14/10/2012 08:33
"Ferisce più la penna che la spada". E' una frase che, probabilmente, moltissimi avranno sentito almeno una volta nella vita. Sembra una frase fatta, fine a se stessa e senza alcun significato. Nell'Italia di oggi non è così. Perché, in realtà, le cronache (anche se spesso i media main stream non ne danno notizia) sono piene di voci scomode e libere ferite più dalla penna che dalla spada. Sono la numerosa (per fortuna!) schiera di giornalisti, attivisti, semplici cittadini che denunciano quotidianamente malaffare, cattiva politica e mettono a nudo i poteri forti senza aver paura di fare nomi, cognomi, indirizzi, atti e fatti. 
Da admin Il 27/05/2012 08:19

Ad oggi NESSUNA notizia dalla politica. Manca poco alla chiusura di Telejato... ma a Palermo, il 23 maggio, ha sfilato quella politica che si renderà responsabile di aver chiuso la bocca a circa 250 emittenti comunitarie... tra queste Telejato

di Salvo Vitale

PARTINICO è una cittadina di 30mila abitanti a 30 km, da Palermo. Nel contesto della “pax mafiosa” che ha caratterizzato il territorio della provincia di Palermo, dall’arresto di Totò Riina ai nostri giorni, questo è rimasto l’unico posto in cui ancora si spara: si contano 8 omicidi negli ultimi tre anni, un centinaio di attentati incendiari, e un susseguirsi di scene di ordinaria violenza, visto che i mafiosi di grosso calibro preferiscono girare alla larga, senza ingerirsi nelle beghe tra le cosche locali. Frank Coppola è stato il boss di maggiore spicco, tra i primi a occuparsi dei traffici di droga con gli Stati Uniti. [...]

 

Da admin Il 23/05/2012 01:05

Casablanca n. 24: Storie dalle città di frontiera.

In questo numero: Stefania Mazzone   Donne … Fotografie /  La Passione dell’impegno Dora Bonifacio / Ettore Zanca  Perché ti amo /  Santina Sconza  Partigiano Smit /  Graziella Proto  La Siciliana Maria Di Carlo /   Pio La Torre  Adriana Laudani /  Umberto Santino Peppino Impastato /   Mauro Rostagno  Rino Giacalone /  Fulvio Vassallo   Respingimenti egiziani /   Omicidio Marconi  Gianni Lannes /  Graziella Proto Margherita Passalacqua /  Salemi…  Franco Lo Re /  Antonio Tozzi  Teatro Garibaldi /  In attesa di giudizio Antonella Serafini /  Omicidio di Giorgiana Masi  Norma Ferrara /  Il mondo degli ultimi  Alberto Rotondo /   Le vignette  Gianni Allegra /  Nadia Furnari Telejato Abbiamo trasmesso / Coppola Editore /  “Cronachette”  Amalia Bruno /  Associazione Antimafie “Rita Atria”   

Da admin Il 30/03/2012 16:32
Nell’articolo pubblicato in data 30/03/2012 sul Vs giornale “CENTONOVE”, a pag. 6 dal titolo “Barcellona sul filo di lana”, è riportata la seguente dichiarazione del sottoscritto. “ E’ davvero strano questo impegno profuso dal senatore per difendere l’operato dell’amministrazione. Nel nostro esposto non c’è alcun riferimento ai consiglieri comunali ma solo al modo in cui hanno operato gli uffici…[...]
Da admin Il 27/03/2012 21:19

Dall'editoriaCasablanca n. 23le: “A chi lo ha ucciso  spaccherò il petto con le mie mani e mangerò il cuore …” urlò disperata Leoluchina Sorisi,  fidanzata di Placido Rizzotto, sindacalista socialista rapito ed ucciso dalla mafia corleonese. Era 1948 il giovane combatteva a fianco dei contadini e li incitava a ribellarsi al grande latifondo in mano ai mafiosi capeggiati dal giovane Luciano Liggio

Quando il branco la violentò Anna Maria aveva appena tredici anni, sognava l’amore, sperava nel futuro. Loro erano famelici e violenti. Lei piccola e sola. Impaurita. Per tre lunghissimi anni. “Domani porta pure tua sorella” le dissero una sera. Questo no pensò la piccola.

...... il numero 23 è un vero atto di RESISTENZA. A Graziella il nostro GRAZIE!

Da admin Il 20/03/2012 21:42
Ilaria Alpi: tutti la conoscono come vittima di quell’agguato in cui, insieme a Miran Hrovatin, fu assassinata a Mogadiscio, quasi 18 anni fa, il 20 marzo 1994. Ma chi era Ilaria? Chi era lei, la donna, la giornalista. I racconti che di lei sono stati fatti, con diversi linguaggi – la musica, il cinema, la poesia, le inchieste, il teatro fino a questo testo – ci hanno avvicinato a lei, ci hanno fatto conoscere Ilaria, ci hanno detto che è stata uccisa perché era brava, era un talento. E’ stato il suo modo di fare giornalismo di cercare sempre la verità e di comunicarla che ha fatto paura e che fa ancora paura. Per questo la verità sulla sua uccisione ancora non si conosce per intero.
Da admin Il 21/02/2012 20:43
In questo numero: [scaricail pdf]

I SIciliani giovani

Donne e mafia/ Gian Carlo Caselli L'Eternit e i diritti/ Nando dalla Chiesa Antimafia e governo/ Riccardo Orioles Mafia a Barcellona/ Paolo Fior Shylock e la Grecia/ Michela Mancini Aveva scelto la libertà/ Nadia Furnari Testimoni di giustizia/ Giulio Cavalli Ndrangheta al nord/ Paolo Fior Expo: gli appalti/ Salvo Ognibene Bologna del riciclo/ Martina Mazzeo La meglio gioventù/ Francesco Feola Rewind-forward/ Max Vacirca Liberty e ruspe/ Giorgio Ruta Visto da Vittoria/ Maria Sole Galeazzi Visto da Fondi/ Lorenzo Baldo Depistaggi di Stato?/ Antonio Mazzeo I droni di Sigonella/ Bruna Iacopino Da Rosarno a Roma/ Rino Giacalone L'avventura di Sgarbi in Sicilia/ Attilio Occhipinti, Giulio Pitroso Megastore/ Rino Giacalone Gli occupanti di Marettimo/ Maria Patti e Francesco Midolo Treni di Tommaso/ Mauro Biani, Carlo Gubitosa,Marco Pinna, Lelio Bonaccorso "Mamma!"/ Jack Daniel Lasciamoli giocare/ Dino Sturiale, Sebastiano Ambra Messina sepolta/...
Da admin Il 26/01/2012 11:32

Ma quanto accanimento Senatore Nania... perché non risponde sul contenuto dell'esposto dell'Associazione Antimafie "Rita Atria" e sui contenuti riportati dal giornalista Antonio Mazzeo? Questa Italia è perseguitata dalle associazioni e dai cittadini che non "calano" la testa.

L’affaire Parco Commerciale di Barcellona Pozzo di Gotto arriva in Parlamento, dove il vicepresidente del senato Domenico Nania interroga il Ministro degli Interni, non potendo accettare il provvedimento con cui il prefetto Alecci, il 9 dicembre del 2011, avvertiva la necessità di verificare possibili condizionamenti della criminalità organizzata nell'attività amministrativa del Comune di Barcellona Pozzo di Gotto.

Da admin Il 26/01/2012 08:40
Più liberi e più aggressivi delle grandi testate, hanno ormai consolidato un’esperienza di cui è difficile fare a meno. Siti, giornali locali, piccole televisioni, libri: provate a immaginare questo paese senza un reticolato d’informazione di questo tipo. Sul versante della lotta alle mafie, in particolare, si può dire che i colleghi dipendenti dalle testate “ufficiali” sono ormai (con tutto il rispetto per i singoli) una minoranza rispetto ai nostri. E spesso, quando vogliono trattare un argomento che la proprietà non ama, si rivolgono ai blog o ad altri contenitori “non ufficiali”.
Da admin Il 19/01/2012 19:54

Mobilitazione per i giornalisti antimafia Pino Maniaci e Giovanni Tizian: nessuno si senta escluso!!

di  Alessio Di Florio (Ass. Antimafie "Rita Atria")

Una delle polemiche più forti degli ultimi mesi ha riguardato l’assegnazione delle nuove frequenze del digitale terrestre. Il Governo Berlusconi aveva deciso di assegnare alcune frequenze gratuitamente attraverso il meccanismo del “Beauty Contest” ad aziende già concessionarie. Una decisione che era apparsa come un “regalo” a Mediaset e ai grandi operatori del settore.

Da admin Il 19/01/2012 19:38
Vincenza Scuderi Ricordando Giuseppe Fava, “Azione collettiva, cambiare il mondo” Nadia de Mond, Giacomo Di Girolamo “Chi combatte Caravà”..., Intervista ad Umberto Santino Omicidio Impastato, una storia infinita, Gianni Lattes Una tomba nucleare,
Istruzione bene comune Graziella Priulla, Daniela Giardina Lombardo: “Qui comando io”, Operai/ La guerra fra l'otto e il diciotto Gigi Malabarba, Marisa Acagnino Catania capitale, Gatti e topi Amalia Bruno, Massimo Blandini Che risorsa la monnezza Il turismo che crea Enza Venezia, Rosita Rijtano e Graziella Proto Lupi di mare, “Prima depistiamo e poi uccidiamo” Rino Giacalone, Redazione di Antimafia Duemila Trattative mafia-Stato: il peccato originale
Da admin Il 11/01/2012 20:29
L'Associazione Antimafie "Rita Atria" aderisce alla campagna "Io mi chiamo Giovanni Tizian". Difendere Giovanni e il suo giornalismo significa difendere la propria Libertà. Queste persone con il loro impegno di denuncia ci rendono ogni giorno più liberi. Grazie a Giovanni e a tutti quei cronisti e scrittori che in Terra di frontiera e senza grandi riflettori denunciano ogni giorno i poteri e i collegamenti tra mafie - politica - massoneria e affari.
Da admin Il 10/01/2012 23:00
Appello ai giornalisti Michele Santoro, Fabio Fazio, Gad Lerner, Marco Travaglio,Peter Gomez,Corrado Formigli,Giovanni Floris, Lilli Gruber, Roberto Saviano, ... per spendere una voce a favore delle TV comunitarie (telejato compresa) che chiuderanno a causa del digitale terrestre.

 

Da admin Il 08/01/2012 10:49
Andrea Palladino, giornalista de "Il Manifesto" attaccato da alcuni esponenti del forum movimento per l'acqua in Sicilia (da non confondere con il Forum dei Movimenti per l'acqua acquainsicilia.org). Nel pieno stile berlusconiano l'informazione che INFORMA fa storcere il naso tanto ad ambienti di centro destra, tanto ad ambienti di centro sinistra. Si chiede una posizione del Movimento nazionale.
Da admin Il 02/01/2012 21:45

ART. 20-bis.

Disposizioni in materia di procedura di evidenza pubblica competitiva finalizzata all'assegnazione delle frequenze per la radiodiffusione

 

Da admin Il 17/12/2011 20:40
Ieri il governo Monti ha accolto alla Camera due ordini del giorno analoghi, di Idv, Lega ed esponenti del Pd, che lo impegnano ad annullare l'assegnazione gratuita delle frequenze Tv e a indire una successiva asta "a titolo oneroso". Il documento, essendo stato accolto, non è stato posto ai voti.... Per l'On. Ivan Rota di IDV al Comitato va il merito di aver fatto conoscere in tempi non sospetti le contraddizioni contenute nelle normative sul digitale terrestre e soprattutto l'assurdità del beuty contest.
Da admin Il 08/12/2011 20:58

Firma l'appello di Siamo tutti Telejato: fermiamo l’asta del beauty contest

"Tutte le componenti della società italiana devono partecipare allo sforzo per la salvezza e il rilancio del Paese".

... ma si regalano frequenze a Mediaset, Rai & C....

Da admin Il 07/12/2011 14:34
... certo ci sarebbe da chiedere dove si trovavano (tranne IDV per onestà intellettuale dobbiamo riconoscerlo) quando si approvavano le norme sul digitale terrestre. Ancora la nostra lotta non è finita!
Da admin Il 06/12/2011 19:23
In qualità di Associazione facente parte del Comitato "Siamo Tutti Telejato" abbiamo sollevato il problema dell'iniquità del Beauty Contest. In Italia in momenti di austerità si ritiene di dover regalare milioni di euro alla RAI, Mediaset e  altri gruppi di certo poco bisognosi. Facciamo sentire il nostro peso.
Da admin Il 22/11/2011 19:42
(AGENPARL) - Roma, 22 nov - Questa mattina nel corso di una conferenza stampa, Pino Maniaci direttore di Telejato tv di Partinico impegnata nell'informazione antimafia ha presentato un documento politico indirizzato al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, al neo premier Mario Monti, al Presidente del Senato Renato Schifani, al Presidente della Camera Gianfranco FIni e al Ministro dello Sviluppo Economico, Corrado Passera. Di seguito il testo e i firmatari: Il comitato “Siamo Tutti Telejato” nasce affinché le televisioni comunitarie e locali come Telejato possano continuare a trasmettere e conservare il loro ruolo di strumento informativo locale. [...]
Da admin Il 22/11/2011 16:05
Si è svolta la conferenza stampa organizzata dal Comitato "Siamo Tutti Telejato" per chiedere alla politica di attivarsi per intevrenire sulla attuale normativa che "regola" il passaggio dall'analogico al digitale terrestre. Pubblichiamo il documento. [...]
Da admin Il 21/11/2011 14:53

L'Associazione Antimafie "Rita Atria" sarà presente a Roma, domani, 22 novembre per la conferenza Stampa in difesa di Telejato.
Durante la conferenza stampa verrà denunciato l'esproprio delle frequenze per le TV locali e comunitarie a favore dei soliti potenti... dell'informazione.

Da admin Il 19/11/2011 07:42
La sopravvivenza di Telejato, con la sua storia, le sue battaglie, la sua valenza culturale, nel segno di Danilo Dolci, di Peppino Impastato, di Mauro Rostagno e di Giuseppe Fava è un segnale importante per la garanzia dell’esistenza di una libera informazione in un panorama controllato
Da admin Il 05/11/2011 19:20
Casablanca è l'esempio di quel giornalismo antimafia che non molla nonostante tutto...  In questo numero: Sebastiano Gulisano [Colori in piazza]; Ornella Balsamo e Graziella Proto [Nokia mandante, Jabil killer]; Rosita Rijtano [Lipari/ Parto proibito]; Graziella Proto [Le Siciliane/Ninetta Burgio];  ... Lillo Venezia, Rino Giacalone e Franca Fossati [Ciao Mauro A CURA DI LILLO VENEZIA]
Da admin Il 20/10/2011 14:02
[...] con il passaggio al digitale terrestre in Sicilia rischiano di scomparire molte piccole tv ed emittenti espressione della cultura antimafia; secondo l'articolo 16 della legge Mammì, i gestori dei servizi radiotelevisivi, sia nazionali che locali potevano gestire il servizio o sotto forma di società lucrative, oppure in modalità comunitaria in assenza di fine di lucro; [...]
Da admin Il 05/10/2011 00:48

Ci uniamo alla forma di protesta eclatante, ma che rende l'idea, di Wikipedia.

Se passa la legge bavaglio anche il sito Rita Atria sarà costretto a chiudere. 

Impossibile continuare a pubblicare testi "senza padrone". Siamo una associazione antimafie ma quando ci denunciano diventiamo testata giornalistica....

Ormai hanno cambiato strategia... 

Da admin Il 26/09/2011 23:24
L'Italia che verrà (Sebastiano Gulisano);
Montedison/ Amianto killer (Gigi Malabarba);
Cara, Cie e Caritas (Giuseppe Pipitone);
Ridate la scorta a Lannes  (Graziella Proto);
Intervista ad Angela Manca (Rosita Rijtano e Sonny Faschino);
Catania/ Mafia: la nuova mappa (Marco Benanti);
Nome in codice “Ulisse” (Graziella Proto); Xxxxxx xxx (Farid Adly);
Cronachette (Amalia Bruno);
Ciao Mauro (Lillo Venezia) ...
INSOMMA NON PERDETE IL n. 20  di CASABLANCA
Da admin Il 26/09/2011 21:24
Sabato  24-09 ore 14. E’ il secondo “ Telejato day”. Il primo si è svolto circa un anno fa, a seguito di minacce e lettere anonime pervenute a Pino Maniaci, gestore dell’emittente. Anche allora, al convegno svoltosi al Palazzo dei Carmelitani, Salvo Vitale ha sollevato il problema della sopravvivenza di Telejato nella prospettiva dell’avvento del digitale terrestre.
Da admin Il 25/09/2011 01:09

Si è Costituito il 24 settembre 2011 a Partinico il Comitato "Siamo Tutti Telejato".

Il comitato nasce dalla convinzione che il giornalismo è quello descritto da Giuseppe Fava.

" Io ho un concetto etico di giornalismo. Un giornalismo fatto di verità, impedisce molte corruzioni, frena la violenza della criminalità, accelera le opere pubbliche indispensabili, pretende il funzionamento dei servizi sociali, sollecita la costante attuazione della giustizia, impone ai politici il buon governo. Se un giornale non è capace di questo si fa carico di vite umane. Un giornalista incapace, per vigliaccheria o per calcolo, della verità si porta sulla coscienza tutti i dolori che avrebbe potuto evitare, le sofferenze, le sopraffazioni, le corruzioni, le violenze, che non è stato capace di combattere."

Da admin Il 24/09/2011 07:46
Dobbiamo fare di più, aumentare i circuiti dell’informazione,magari  caro Pino tornando all’antico, ai giornali diffusi a ciclostile, appesi sulle mura delle nostre città, li facciamo noi i pizzini, già abbiamo quelli delle legalità di Salvatore Coppola, ne faremo degli altri e li distribuiremo davanti alle scuole, per le piazze. Avanti Pino non sei solo, e poi non conta essere tanti o pochi, conta avere la caparbia di non mollare. Ai mafiosi e ai loro complici diciamo di stare attenti perché i loro piani di disinformazione sono oramai scoperti.
Da admin Il 20/09/2011 01:00
Sabato 24 Settembre dalle ore 14:30, dinanzi la sede di Telejato, in Via F. Crispi 33 a Partitico (PA), ci sarà un sit-in popolare per la costituzione del Comitato “Siamo tutti Telejato”. Già sono tantissime le associazioni e le organizzazioni che stanno aderendo. Il Comitato vuol esser solidale alla redazione dopo l’ennesimo atto intimidatorio che ha visto i muri della città imbrattati con il seguente messaggio "W la mafia, Pino Telejato sei lo schifo della terra".

... in primo piano

Intervento di Nadia Furnari al Parlamento Europeo nell'ambito dell'iniziativa organizzata da EFDD

Tutti gli interventi all'indirizzo: https://www.youtube.com/watch?t=8105&v=GzrezGJauWU

Verità e Giustizia per Sandro Marcucci ...

"Finche’ il sangue dei figli degli altri varrà meno del sangue dei nostri figli, fin quando il dolore degli altri per la morte dei loro figli, varrà meno del nostro dolore per la morte dei nostri figli, ci sarà sempre qualcuno che potrà organizzare stragi in piazze, banche o stazioni, su treni o su aerei, con bombe o missili, con la certezza di rimanere impunito."

Sandro Marcucci
 

"Con le nostre storie e con il nostro impegno... dobbiamo avvicinarci agli altri..."


20 Anni: 1994 - 2014

Il Ventennale a Milazzo ...
prossima tappa in autunno a Bari


 


 

Memoria Attiva (WITKO)
pensato e scritto per i 20 anni
dell'Associazione Antimafie "Rita Atria"

Noi non siamo l'individuo medio metropolitano 
Giustizieri parolieri 
Da un comodo divano 
Noi pensiamo che giustizia 
Sia una parola amica 
Che contiene in se il rispetto e il suono alto della vita 
il suono alto della vita
Siamo nati da vent'anni e portiamo un nome buono 
Una lacrima di rabbia 
E speranza dentro al cuore 
speranza fa rumore 

E avanti
a mani nude
E pugni chiusi
Senza avere paura

Avanti
La verità non sa morire
Avanti
Il mondo è fatto per cambiare
E' mio

 I nostri passi fuori dai cancelli americani 
Sono un no deciso e secco 
Come i calli delle mani 
A macchine di morte a segreti senza fine 
Alle prese per il culo di cent'anni di regime 
Il pesce puzza sempre dalla testa e quell’odore 
Anche se cambi l'aria 
La puzza non si muove 
Se il pesce resta al sole


E avanti
a mani nude
E pugni chiusi
Senza avere paura
Avanti
La verità non sa morire
Avanti
Il mondo è fatto per cambiare
è anche mio
 

Grazie a questa gente
Che condivide il senso
Che esiste un mondo nuovo
A volerlo fino in fondo
Puoi cercarci nelle piazze
Al di fuori dei palazzi
Dove mischiano le carte
E la chiamano la legge
Puoi cercarci nei quartieri
Dove brucia la speranza
Dove è scritto no alle mafie
Dove è scritto
Resistenza 
Dove è scritto
Resistenza 


Io non ho paura
Di aver paura
Io non ho paura 
Di aver paura

Io non ho paura 





"Rita Atria" - Primo Piano

Bari: il Melograno della legalità rubato...
ripiantato in meno di 48 ore

Alla nostra Associazione il premio Parmaliana

La bellezza contro la mafia

 
                                   
   

Facebook

Radiazione Ciancarella - Firma falsa Pertini

Radiazione Ciancarella firma falsa

Rita Atria a Teatro...

Una collaborazione con A.C. immaginARTE di Stefania Mulè

Stefania Mulè - Teatro Rita Atria Stefania Noce

"E' una delle più belle manifestazioni di ricordo e di lotta e di richiesta di verità e giustizia a cui io abbia mai partecipato. Siete stati veramente bravi ma non solo bravi.Ci vuole anima ci vuole cuore, ci vuole passione per fare quello che avete fatto"

Franca Imbergamo (Distrettuale Nazionale Antimafia - Roma)

Album 4 aprile 2015

Nadia Furnari
Le altre foto su Facebook, fonte:

...

Siamo un'associazione completamente autofinanziata

Associazione Antimafie "Rita Atria"
C.F. 92020250830
BANCA NUOVA FILIALE MILAZZO

IBAN: IT23J0513282291870570232673

Per Pagamento con PayPal

Sandro Marcucci

Aspetta Giustizia dal 2 febbraio 1992


Rita Atria

Rita Atria

Informazione di Frontiera

Casablanca


YouTube

Rita Atria YouTube Channel

Ustica: Telejato intervista il Cap. Ciancarella 1/2


Ustica: Telejato intervista il Cap. Ciancarella 2/2