COME AIUTARCI...

Siamo una associazione completamente autofinanziata, grazie a chi vorrà aiutarci.
 5 x 1000 Associazione Antimafie Rita Atria

Aiuta le attività totalmente autofinanziate

dell'Associazione Antimafie Rita Atria

Dona il tuo 5 x 1000

Codice Fiscale: 92020250830


 Siamo un'associazione completamente autofinanziata

Associazione Antimafie "Rita Atria"
C.F. 92020250830
Intesa Sanpaolo filiale di Milazzo

IBAN: IT57C0306982292100000002659

Per Pagamento con PayPal

Segnalate le donazioni anche via email a: info@ritaatria.it con oggetto: Donazione

AVVISO

Stiamo lavorando al nuovo sito... migrare anni di storia non è facile... ci scusiamo per la poca responsività.

...

"Finché il sangue dei figli degli altri varrà meno del sangue dei nostri figli, fin quando il dolore degli altri per la morte dei loro figli, varrà meno del nostro dolore per la morte dei nostri figli, ci sarà sempre qualcuno che potrà organizzare stragi in piazze, banche o stazioni, su treni o su aerei, con bombe o missili, con la certezza di rimanere impunito."

Sandro Marcucci

News

Confermato il sequestro del Pilone 40. Le associazioni replicano a Terna

mar 15

Scritto da:
15/03/2015 13:32  RSS

Con riferimento alla conferma del sequestro del Pilone 40 da parte del Tribunale di Messina ed alla nota emessa dalla Società Terna S.p.A., acriticamente pubblicata da molti giornali, le associazioni ed i comitati, che dal 2010 contrastano il progetto dell’opera, precisano punto per punto quanto segue:
La società Terna, prima dell’autorizzazione del 2010, gli incontri li ha fatti solo con gli amministratori, i quali, sensibili alle somme compensative offerte, e fregandosene della tutela del territorio - senza convocare i consigli comunali - hanno dato l’assenso al progetto. L’ Elettrodotto, oltre ad attraversare l’Area ad Elevato Rischio di crisi Ambientale della Valle del Mela, Sito di Interesse Nazionale (Milazzo), la Zona di Protezione Speciale (ITA 030042) e Sito di Importanza Comunitario, attraversa diversi centri abitati modificandone gravemente il paesaggio e la vivibilità.
Per questo interi paesi protestano: Pace del Mela, San Pier Niceto, Venetico, Saponara, Serro; ci sono ancora ricorsi pendenti al Tar del Lazio ed al Consiglio di Stato; denunce all’autorità giudiziaria presentate da intere comunità e non da privati. Questo la dice lunga sul consenso che Terna ostenta.
Il Consiglio Comunale di Villafranca Tirrena nel 2010 ha chiesto la modifica del progetto; nel febbraio 2012 il Consiglio Provinciale di Messina, ad unanimità, ha invitato Terna a risolvere le criticità denunciate; il 6 marzo 2013, una mozione dell’Assemblea Regionale Siciliana, votata quasi ad unanimità, ha imposto al Governo Regionale di far modificare il progetto. Terna si è fatta beffe dei deliberati di queste istituzioni; non ha inteso minimamente tenere conto del grave stato di disagio sollevato dalle popolazioni interessate.
Il danno non è stato creato dalla Magistratura messinese; sul sequestro si sono pronunciati concordemente il Pubblico Ministero, il GIP ed adesso il Tribunale del riesame; il danno è stato creato da chi non ha rispettato e fatto rispettare la legge. Aspettiamo la conclusione delle indagini e vedremo chi sono!
Terna continua a sparare cifre ritenendo che nessuno ha i mezzi per contestarli. Con i tanto enfatizzati 4 miliardi l’elettrodotto si poteva realizzare ad impatto zero, così come ha sempre detto Terna riferendosi ai costi per l’attraversamento in galleria schermata. Non c’è alcun minacciato rischio di blackout perché la Sicilia è autosufficiente; lo dimostrano i dati pubblicati dalla stessa società.
Gli utenti avrebbero volentieri pagato i 700 milioni di investimento (anche se l’opera è finanziata dalla comunità europea) purchè l’elettrodotto fosse realizzato senza danneggiare il territorio; chi paga invece i danni della messa in sicurezza della Stazione di Torrente Gallo? Visto che era l’unico posto dove non andava costruita per la delicatezza del territorio?
Quanto accaduto dimostra l’arroganza di Terna, e della Soprintendenza di Messina, perché l’Associazione MAN aveva segnalato l’interferenza già nel 2010 e poi nel 2011; negli incontri fatti con Terna è stata ribadita la piena vigenza delle norme di salvaguardia del Piano Paesaggistico; se Terna e le istituzioni interessate avessero avuto rispetto delle leggi si sarebbero potute approntare per tempo le dovute varianti..
A nome del Coordinamento delle Associazioni l’Avv Nino La Rosa (legale anche dell'Associazione Antimafie Rita Atria) esprime moderata soddisfazione per l’intervento della Magistratura.
Sulla nota di Terna La Rosa aggiunge: “Terna dovrebbe vergognarsi di fare questi discorsi; gli elettrodotti esistenti, specie nella valle del Mela, dovrebbero essere eliminati a prescindere dalla costruzione di nuovi; il traliccio di Passo Vela è situato a 19 m dalle abitazioni”.
“La devastazione operata da Terna con i sostegni “ monostelo” e i 19 cavi deturpanti è sotto gli occhi di tutti; ci vorrebbero migliaia di Km di dismissioni per pareggiare il danno generato. Terna ha mortificato la vivibilità di tutta la fascia collinare dei peloritani, da Villafranca Tirrena a San Filippo del Mela, avvilendo ogni ipotesi di sviluppo di questi nostri paesi”. Conclude La Rosa “Grava su Terna, e non sulla magistratura, e su tutte le istituzioni consenzienti, adesso complici nei i reati che saranno individuati nella realizzazione del Pilone 40, la responsabilità di avere mortificato un territorio e le prospettive economiche di un’intera comunità.”

"Rita Atria" - Primo Piano

Bari: il Melograno della legalità rubato...
ripiantato in meno di 48 ore

Alla nostra Associazione il premio Parmaliana

In Viaggio con Rita Atria e Stefania Noce



PER INFORMAZIONI SCRIVERE AGLI INDIRIZZI:
assculturaleimmaginarte@gmail.com - info@stefaniamule.it 
slatella@ritaatria.it - nfurnari@ritaatria.it

DIRETTO e INTERPRETATO

DA STEFANIA MULÈ

“In Viaggio con Rita Atria e Stefania Noce”, il cui format è firmato dall’Associazione Culturale immaginARTE, è uno spettacolo che con il quale si vogliono ricordare queste due giovani donne, facendo “Memoria Attiva” delle loro Idee e delle loro lotte, attraverso le poesie ed i pensieri di Stefania Noce, volata per mano assassina su una Stella, le vicissitudini di Rita Atria ed il significato simbolico delle loro rose rosse, la Musica che ascoltavano…. “In Viaggio con Rita Atria e Stefania Noce” narra di queste due giovani donne, attraverso un Viaggio tra le Idee, i Sogni, le Speranze, che raccontano, innanzitutto, le loro Vite.

In questo modo, ricordare la loro “partenza” diviene pietra miliare che segna Impegno, specchio della propria coerenza.

http://www.stefaniamule.it/ac-immaginarte/blog/in-viaggio-con-rita-atria-e-stefania-noce/

... in primo piano

Intervento di Nadia Furnari al Parlamento Europeo nell'ambito dell'iniziativa organizzata da EFDD

Tutti gli interventi all'indirizzo: https://www.youtube.com/watch?t=8105&v=GzrezGJauWU

Verità e Giustizia per Sandro Marcucci ...

"Finche’ il sangue dei figli degli altri varrà meno del sangue dei nostri figli, fin quando il dolore degli altri per la morte dei loro figli, varrà meno del nostro dolore per la morte dei nostri figli, ci sarà sempre qualcuno che potrà organizzare stragi in piazze, banche o stazioni, su treni o su aerei, con bombe o missili, con la certezza di rimanere impunito."

Sandro Marcucci
 

"Con le nostre storie e con il nostro impegno... dobbiamo avvicinarci agli altri..."


La bellezza contro la mafia

 
                                   
   

Facebook

Radiazione Ciancarella - Firma falsa Pertini

Radiazione Ciancarella firma falsa

Rita Atria

Rita Atria

Sandro Marcucci

Aspetta Giustizia dal 2 febbraio 1992


Rita Atria a Teatro...

Una collaborazione con A.C. immaginARTE di Stefania Mulè

Stefania Mulè - Teatro Rita Atria Stefania Noce

"E' una delle più belle manifestazioni di ricordo e di lotta e di richiesta di verità e giustizia a cui io abbia mai partecipato. Siete stati veramente bravi ma non solo bravi.Ci vuole anima ci vuole cuore, ci vuole passione per fare quello che avete fatto"

Franca Imbergamo (Distrettuale Nazionale Antimafia - Roma)

...

Siamo un'associazione completamente autofinanziata

Associazione Antimafie "Rita Atria"
C.F. 92020250830
BANCA NUOVA FILIALE MILAZZO

IBAN: IT23J0513282291870570232673

Per Pagamento con PayPal

YouTube

Rita Atria YouTube Channel

Ustica: Telejato intervista il Cap. Ciancarella 1/2


Ustica: Telejato intervista il Cap. Ciancarella 2/2

Informazione di Frontiera

Casablanca


20 Anni: 1994 - 2014

Il Ventennale a Milazzo ...
prossima tappa in autunno a Bari


 


 

Memoria Attiva (WITKO)
pensato e scritto per i 20 anni
dell'Associazione Antimafie "Rita Atria"

Noi non siamo l'individuo medio metropolitano 
Giustizieri parolieri 
Da un comodo divano 
Noi pensiamo che giustizia 
Sia una parola amica 
Che contiene in se il rispetto e il suono alto della vita 
il suono alto della vita
Siamo nati da vent'anni e portiamo un nome buono 
Una lacrima di rabbia 
E speranza dentro al cuore 
speranza fa rumore 

E avanti
a mani nude
E pugni chiusi
Senza avere paura

Avanti
La verità non sa morire
Avanti
Il mondo è fatto per cambiare
E' mio

 I nostri passi fuori dai cancelli americani 
Sono un no deciso e secco 
Come i calli delle mani 
A macchine di morte a segreti senza fine 
Alle prese per il culo di cent'anni di regime 
Il pesce puzza sempre dalla testa e quell’odore 
Anche se cambi l'aria 
La puzza non si muove 
Se il pesce resta al sole


E avanti
a mani nude
E pugni chiusi
Senza avere paura
Avanti
La verità non sa morire
Avanti
Il mondo è fatto per cambiare
è anche mio
 

Grazie a questa gente
Che condivide il senso
Che esiste un mondo nuovo
A volerlo fino in fondo
Puoi cercarci nelle piazze
Al di fuori dei palazzi
Dove mischiano le carte
E la chiamano la legge
Puoi cercarci nei quartieri
Dove brucia la speranza
Dove è scritto no alle mafie
Dove è scritto
Resistenza 
Dove è scritto
Resistenza 


Io non ho paura
Di aver paura
Io non ho paura 
Di aver paura

Io non ho paura