Archivio News dell'Associazione Antimafie Rita Atria Archivio News - Diritti

Ricerca

View_Blog

Da admin Il 10/10/2016 11:00
L'Associazione Antimafie 'Rita Atria" - di cui Ciancarella è socio fondatore - e lo stesso Mario Ciancarella convocano per il giorno 22 Ottobre 2016 una conferenza stampa alle ore 10,30 a Lucca, in Viale Regina Margherita 113 presso la Libreria LuccaLibri Il Caffe' Letterario, per documentare quanto è accaduto, interrogarsi sui motivi che hanno potuto suggerire un simile scempio del diritto e prospettare le conseguenze politiche e giudiziarie del recente pronunciamento del Tribunale di Firenze. [leggi tutto il comunicato]

Da admin Il 02/02/2016 17:48
L’esito del referendum di domenica 31 gennaio che, nonostante una schiacciante vittoria del No, ha tuttavia registrato un’affluenza solo del 42,9 per cento nel comune più importante, San Filippo del Mela, determinandone quindi l’invalidità e quindi la conseguente inutilità, per il mancato raggiungimento del quorum, ha evidenziato come un certo modo di organizzare passerelle mediatiche e “chiamate alle urne” ha unicamente prestato il fianco a strumentalizzazioni politiche e puntato a dividere il fronte delle opposizioni.
Da admin Il 14/10/2015 14:16

Sabato 17 ottobre 2015 - Piazza Stefania Noce, Licodia Eubea

Quanto siamo veramente in grado di esercitare i diritti garantiti dalla Costituzione italiana, nata dalla Resistenza che pose fine al delirio nazifascista? Per cio' che riguarda le persone LGBTQIA, la domanda è retoricamente negativa. Ad ora e per chissà quanto tempo ancora, la nostra classe politica non è stata in grado di emanare leggi necessarie per la tutela e a garanzia del nostro essere cittadine e cittadini di un paese moderno e laico. [...]

Da admin Il 28/09/2015 17:18
Aleandro Rudilosso

Ormai non importa più, doveva importarci prima, si doveva conoscerlo prima, portargli rispetto prima, considerarlo un essere umano prima, riconoscergli dei diritti prima, prima che lui arrivasse a sentirsi così solo tanto da credere che dalla morte potesse ricevere l'abbraccio più caldo da cui farsi confortare.
Aleandro era una ragazzo di 16 anni. Era perchè si è impiccato. Era perchè qualcuno lo ha condannato a morte.

Non importa di dove fosse, che sogni avesse, quali fossero le sue qualità e i suoi difetti. Non importa se avesse un carattere forte o debole, non importa più nemmeno il suo orientamento sessuale.[...]


Da admin Il 25/09/2015 12:58

Lo scorso 18 settembre la società Edipower SpA ha depositato presso il Ministero dell'Ambiente la documentazione per la pubblica consultazione, relativa alla "Procedura di valutazione di impatto ambientale" per ottenere l'Autorizzazione integrata ambientale (procedimento congiunto VIA-AIA) dal Ministero dell'Ambiente e Tutela del Territorio e del Mare, relativa al progetto "Centrale Termoelettrica di S. Filippo del Mela (ME): progetto Impianto di Valorizzazione Energetica CSS, proponente Edipower SpA".  

Da admin Il 06/06/2015 11:26

Nel precedente comunicato stampa congiunto, Zero Waste Sicilia e le altre associazioni ambientaliste ed antimafia firmatarie hanno stigmatizzato l’idea del presidente Crocetta di trasformare i rifiuti in combustibile pulito (il CSS). Non solo perché non esiste il combustibile pulito, specialmente se solido, ma soprattutto perché si reitera un comune errore della politica italiana, ovvero trasformare RISORSE PUBBLICHE – quali sono i rifiuti! – in lucro di pochi potenti (i padroni delle discariche e degli inceneritori).

Da admin Il 14/04/2015 20:03
Smartphone, tablet, computer portatili, perennemente connessi e a velocità sempre più strabilianti, ma tutto questo ha un costo in termini sociali e ambientali: il proliferare incontrollato di impianti suscettibili di produrre elettrosmog – ovvero quel particolare tipo di inquinamento causato dalle onde radio emesse dai campi elettromagnetici – in particolare i ripetitori di telefonia mobile. Il fenomeno – come si può ben riscontrare con una semplice ricerca su Google – interessa l’intero territorio nazionale e, sempre più spesso, dà origine a vibranti proteste delle comunità interessate dall’installazione di suddetti impianti.
Da admin Il 09/03/2015 21:02
È stato quindi un piacevole ritorno alle origini oggi per l'Associazione quando davanti all'attenta classe quinta della signora Fiorentino, dell'istituto “Don Bosco” di Pace del Mela (ME), Cettina Merlino Parmaliana – accompagnata, in questo suo esordio “ufficiale” come attivista, da Daniele Andaloro e Carmelo Catania – ha raccontato la storia della “nostra” Rita
Da admin Il 27/02/2015 21:32

Diffidata dall’utilizzare la vasca di stoccaggio del percolato prodotto dalla discarica di contrada Zuppà nel Comune di Mazzarrà Sant’Andrea e avvio del procedimento di revoca delle autorizzazioni a suo tempo concesse per la realizzazione del relativo impianto di smaltimento. Dalla conferenza dei servizi tenutasi a Palermo il 25 febbraio giunge l’ennesimo stop alle attività di Tirrenoambiente.

Da admin Il 27/10/2014 18:08

Il 30 ottobre a Palermo, prende il via il progetto  DJ – Diversity on the job, promosso dal Dipartimento Pari Opportunità – Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali (UNAR) con Italia Lavoro S.p.A. Si tratta di un programma sperimentale per favorire l’inserimento lavorativo di soggetti fortemente discriminati e svantaggiati rientranti nelle seguenti due categorie:
a) persone a rischio di discriminazione per orientamento sessuale ed identità di genere;
b) persone appartenenti alle comunità Rom, Sinti e Caminanti (RSC).

SEND e ARCI Articolo Tre Associazione Omosessuale partecipano al progetto

Da admin Il 09/10/2014 18:35

MAI PIU’ “TORCE UMANE”.

Verità e Giustizia per Salvatore

Giorno 19 settembre Salvatore La Fata di 56 anni, lavoratore edile specializzato - manovratore di escavatore-, con moglie e due giovani figli, disoccupato da due anni, si è immolato in piazza Risorgimento a Catania, “ gridando” DIGNITA’ E LAVORO.

Cercava di arrangiarsi, in maniera non conforme, tentando di vendere prodotti ortofrutticoli con un piccolo banco improvvisato in un angolo della piazza. All’arrivo dei Vigili Urbani, a seguito del sequestro della sua povera mercanzia, attanagliato dalla disperazione, umiliato dalla sua forzata condizione di reietto, si fa diventare “ torcia umana”. E’ morto, dopo dieci giorni, con atroci sofferenze.

INVITIAMO A PARTECIPARE AL CORTEO CHE SI SVOLGERA’ A  CATANIA.

Inizio da piazza Roma ore 9.00

Alla fine del corteo, al microfono aperto in piazza Università un familiare di SALVATORE LA FATA leggerà un comunicato.


Da admin Il 07/09/2014 22:05
Anche se con ritardo esprimiamo la nostra indignazione per la mozione votata dal consiglio comunale (in pieno agosto) per l’istituzione di una festa della “famiglia naturale”. Indignazione perché quella mozione contiene palesi elementi di discrimine verso l’intera comunità LGBT che, per il principio induttivo, non è considerata, dai consiglieri che l'hanno votata, “naturale”. 

Potremmo aprire ampi dibattiti su ciò che è naturale o meno. Anche l’intelligenza dovrebbe essere “naturale”, anche la coerenza di un consiglio comunale che vota prima il registro delle unioni civili e poi delibera per la festa della “famiglia naturale” dichiarando la propria “opposizione a qualunque tentativo di introdurre dell’ordinamento giuridico disposizioni normative tali da alterare la stessa natura della famiglia, comprimere i diritti dei genitori....”.... Dovrebbe essere "naturale". 

Da admin Il 26/08/2014 14:52

ARCI Articolo Tre Palermo "Salvatore Rizzuto Adelfio"

SENZA PAROLE!

Il Consiglio comunale di Palermo, a distanza di un anno dall'istituzione del registro delle unioni civili, ha approvato una mozione presentata dal consigliere Figuccia che impegna la Giunta ad individuare una giornata per la "festa della famiglia naturale fondata sull'unione tra uomo e donna" contro "...qualunque tentativo di introdurre nell'ordinamento giuridico disposizioni normative tali da alterare la stessa struttura della famiglia, comprimere i diritti dei genitori all'educazione dei propri figli, ignorare l'interesse superiore dei minori a vivere, crescere e svilupparsi all'interno di una famiglia naturale..."

Da admin Il 11/07/2014 09:51
"Israele ha rinchiuso centinaia di civili in una scuola come in una scatola, decine di bambini, e poi l'ha schiacciata con tutto il peso delle sue bombe. E quale sono state le reazioni nel mondo? Quasi nulla. Tanto valeva nascere animali, piuttosto che palestinesi, saremmo stati più tutelati."
Da admin Il 22/06/2014 07:14
Palermo, la città della cultura dei diritti, della legalità, dell'accoglienza e dunque anche dell'orgoglio LGBT, è però anche una città in cui la piaga mafiosa non cessa di esercitare il suo controllo e di condizionare negativamente processi di emancipazione e di sviluppo.

Omosessualità e mafia sono, come si sa, concetti che si pongono agli antipodi l'uno rispetto all'altro.[...]

Ci saremo anche noi con la nostra Nadia Furnari.

Da admin Il 20/11/2013 11:56
Il 20 novembre, giorno del TDOR, Transgender day of remembrance: corteo e candle-light. concentramento dalle 17.00 a piazza Sant’Oliva ed arrivo davanti alla prefettura con un momento di raccoglimento in memoria di tutte le vittime dell’odio omo/transfobico.


La manifestazione è organizzata da: Arcigay Palermo, Articolo Tre Salvatore Adelfio, Agedo Palermo.

Aderiscono (elenco in aggiornamento):Coordinamento Palermo Pride, Arci Palermo, Blow Up circolo Arci Levana, Gruppo Radicale Certi Diritti – David Kato, Left, Nzocchè circolo Arci, Sicilia Queer Film festival, Abattoir.it, Amalatesta circolo Arci Trapani, Arci Sicilia, Associazione Culturale Altroquando di Salvatore Rizzuto Adelfio, CISS / Cooperazione Internazionale Sud Sud, Coordinamento UniAttiva, Human Rights Youth Organisation, Idea Rom Palermo, La Migration – Sportello Migranti LGBTI, Libera Palermo, Movimento 5 Stelle Palermo, Parco Uditore Palermo, Rifondazione Comunista Palermo, Associazione “Riportiamo alla Luce”, Associazione Antimafie Rita Atria, SEL Palermo
----------------------------------------------



Da admin Il 27/08/2013 19:04

di Davide Carnemolla, Claudia Di Franco, Ester Moschini, Alessandra Sciurba

[...] Secondo i dati riportati dal primo rapporto su Agromafie e caporalato, curato dell’osservatorio Placido Rizzotto della Flai Cgil, gli occupati nel settore agro-alimentare in Sicilia sono 103.150, di cui 55.790 solo nel comparto agricolo. I lavoratori di origine straniera ammontano a circa 25.200. Le nazionalità più presenti sono quella rumena con 11.000 lavoratori, quella tunisina con 8.150 lavoratori e quella albanese con 1.800 lavoratori. In particolare, i distretti in cui l’occupazione di manodopera immigrata è maggiore sono quelli di Bronte a Catania e dell’Altopiano e della fascia costiera nel ragusano. Questo fattore non è casuale poiché l’occupazione nel settore agricolo dipende dai cicli di produzione che variano a seconda delle colture prodotte e della provincia interessata. A livello regionale e interregionale, si verificano spostamenti massicci di manodopera immigrata verso diverse zone a seconda dei cicli di produzione. Nella provincia di Catania e nell’Altopiano ragusano, nei mesi da giugno a dicembre arrivano tantissimi lavoratori mobili che si sommano a quelli stanziali e che, conclusa la stagione, ritornano verso il centro-nord e in particolare verso la Toscana e l’Emilia Romagna per il nuovo ciclo di produzione. I tipi di sfruttamento sono molteplici: da truffe e inganni sull’ammontare dei salari o sulle ore lavorative, a contratti promessi e mai sottoscritti, il tutto condito molto spesso da minacce e violenze psicofisiche.[...]

Da admin Il 15/08/2013 20:19
Tutto questo accadeva solo due giorni fa.  Tutto questo accade in Italia. Tutto questo accade grazie alla nostra indifferenza. 

Tutto questo accade perché in questo Paese sono saltati i principi dell'UMANITA' 

(all'interno il comunicato di Domenico Stimolo - Attivista)

Da admin Il 13/08/2013 08:59
di Luigi Carollo

Un adolescente, l'ennesimo, si è tolto la vita perchè incapace di continuare a sopportare le prese in giro e la cattiveria di quanti, amici e familiari, lo discriminavano in quanto gay. Contrariamente a quel che dicono con superficialità i mass media, questo ragazzo non si è ucciso perchè era omosessuale, non è morto perchè era gay. Si è ucciso perchè era discriminato, insultato, probabilmente solo. Lo ha ucciso il bullismo e l'incultura di un Paese che sembra inchiodato in un eterno Medio Evo, non lo ha ucciso il suo orientamento sessuale
Da admin Il 04/03/2013 16:57

Il CO.P.E.-COOPERAZIONE PAESI EMERGENTI, La GIUSEPPE MAIMONE EDITOREL'ASSOCIAZIONE A.S.I.F.I., LeVOLTAPAGINA e SNOQ CtL'ASSOCIAZIONE ANTIMAFIE "RITA ATRIA", la RIVISTA SICILIA&DONNA e il TEATRO STABILE DI CATANIA promuovono un 8 Marzo differente!

In occasione della Giornata Mondiale della Donna vi invitiamo ad una serata in cui si intrecciano racconti di vita, di impegno sociale e professionale accomunati dalla volontà di emergere dal silenzio, dall'ombra con il proprio talento, la propria femminilità e la consapevolezza del ruolo in società!

Da admin Il 22/12/2012 15:17
Un triangolo rosa cucito sui vestiti. Era l'infamante simbolo che imponeva il regime nazista a coloro che venivano schedati e perseguitati per il loro orientamento sessuale. Il regime nazista è crollato nel 1945. Sono passati 67 anni. E' notizia di qualche settimana fa: Andrea, studente romano di 15 anni si toglie la vita.
Da admin Il 01/11/2012 18:24

di Simona Secci - Presidio Ass. Rita Atria - Roma
I lacci stretti ai polsi e alle caviglie, ininterrottamente per 82 ore. Il corpo nudo imprigionato su un letto, in una disumanizzante reificazione della persona, a contenere la sua libertà, a mortificare la sua individualità, a privarla della sua dignità. Senza cibo, né acqua, solo una flebo con farmaci per sedarlo, per 82 ore. Ore di lenta tortura e agonia, non un gesto di cura e attenzione. Ore piene di una silente e violenta indifferenza alle richieste di aiuto. Fino a che la vita di un uomo scivola via dal quel letto di segregazione e negazione dei diritti fondamentali. Così è stato ucciso, il 4 agosto 2009, Franco Mastrogiovanni, 58 anni, maestro elementare a Castelnuovo Cilento.

Da admin Il 24/10/2012 08:34
Questa mattina (23 ottobre 2012,ndr) si svolgeranno a Palermo i funerali di Carmela, la studentessa di 17 anni che ha fatto scudo con il proprio corpo alla sorella davanti alla furia omicida dell’ex fidanzato rifiutato. E’ la centesima vittima del 2012 di una mattanza di donne che non accenna a placarsi. Una violenza che vede uomini, non degni di questa definizione, carnefici senza pietà. Lucia, sorella di Carmela è salva, ma il trauma oltre alle cicatrici fisiche le rimarrà per sempre, stessa sorte, per tutte coloro che hanno subito attacchi, stupri, minacce e devono superare anche una dura battaglia morale per riuscire a veder fatta giustizia nei confronti dei propri aguzzini. 
Da admin Il 15/10/2012 08:45

 [...] La permanenza del giudice Passanisi nel suo ruolo è, a nostro avviso, incompatibile con i principi della corretta e trasparente amministrazione della giustizia e riteniamo che sia opportuna almeno una sua sospensione temporanea. 

Chiediamo, pertanto, un Vostro intervento in merito, conformemente alla normativa vigente, affinché sia ripristinata la piena serenità e fiducia da parte dei cittadini sul corretto svolgimento dell'attività giudiziaria [...]

Da admin Il 23/07/2012 13:59

Grande vittoria dei movimenti
Il 20 Luglio la Corte Costituzionale restituisce la voce ai cittadini italiani e la democrazia al nostro Paese.
Lo fa dichiarando incostituzionale, quindi inammissibile, l'articolo 4 del decreto legge 138 del 13 Agosto 2011, con il quale, il Governo Berlusconi, calpestava il risultato referendario e rintroduceva la privatizzazione dei servizi pubblici locali. Questa sentenza blocca anche tutte le modificazioni successive, compresa quelle del Governo Monti. 

Da admin Il 03/07/2012 21:55
Sedici mesi fa scomparivano 250 giovani tunisini, partiti dalla Tunisia alla ricerca di un futuro migliore, di loro si persero completamente le tracce. Alcuni dei parenti , alla ricerca disperata della verità circa la loro sorte, affermano di possedere le prove certe dell'arrivo del loro caro a Lampedusa, uno di loro è Ahmed Benhassine, fratello del Amine Benhassine,  giovane disperso dal 9 settembre 2010.  
Da admin Il 02/07/2012 22:39

Le iniziative Palermitane di Boats4People

  • 3, 5,6 luglio 2012
Oggi, il Mediterraneo è attraversato dalle rotte di chi emigra verso l’Europa alla ricerca di una possibilità di sopravvivenza o dell’opportunità di una vita migliore. Alcuni sono portati in salvo dalle autorità e agenzie degli stati europei in circostanze drammatiche per poi essere rinchiusi ed espulsi. Molte, troppe volte, invece, i migranti in difficoltà vengono lasciati alla deriva o respinti verso le coste dei paesi del sud del Mediterraneo.
Da admin Il 02/07/2012 20:54

Rete Antirazzista Catanese, GAPA, PRC, Arci, Cobas Scuola (art. 29/06/2012)

Sono in tutto 115 i migranti, tra cui 30 minori, approdati la notte scorsa nel porto di Catania ; navigavano su un vecchio peschereccio egiziano di 15 metri intercettato al largo di Torre Archirafi, dopo 2 giorni di “sorveglianza” aerea da parte della Guardia di Finanza.

Dopo alcune ore, in nottata i migranti, compresi i minori, sono stati trasferiti in una ex-palestra (mai utilizzata per la sua inagibilità) della scuola Andrea Doria in via Cordai, angolo tra via Trovato e via Concordia.

In base a quale criterio le autorità preposte hanno scelto il luogo? Alla sua capacità di una vivibile accoglienza o al fatto che ,essendo  un luogo buio e sotterraneo ,si garantisce la loro invisibilità?

Da admin Il 02/07/2012 20:51
Rete Antirazzista Catanese 

Si è da poche settimane ultimata l’installazione della tendopoli della CRI per provvedere ad accogliere i migranti in arrivo per la stagione della raccolta delle patate, le tende sono 14 per circa 170 posti in brandine. La vergognosa novità di quest’anno è la richiesta ai migranti non solo del permesso di soggiorno, ma anche del contratto di lavoro: praticamente anziché applicare l’art.603 bis del CPP per perseguire il nuovo reato di “Intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro” individuando i caporali e le ditte che evadono i contributi, si discriminano le vittime anche per trovare un posto letto, a parte il fatto che il fabbisogno in media è di circa 500 posti. [...]

Da admin Il 02/07/2012 00:59

di Fulvio Vassallo Paleologo

[...]in tutti i CIE italiani, in particolare a Trapani Milo, come nei nuovi centri di trattenimento temporaneo, sta succedendo di tutto, molti immigrati presentano segni evidenti di bastonature, in qualche caso fratture, che non sono certo spiegabili con cadute accidentali. Tutti sanno, ma nessuno denuncia, chi può o dovrebbe, per paura o per omertà, chi è riuscito a fare solo qualche visita occasionale, come i giornalisti o i parlamentari, non ha mai le prove in mano per inchiodare i responsabili di questi abusi, che possono così proseguire nella più totale impunità. Tanto, se alla fine qualcuno vuole davvero sporgere denuncia, viene immediatamente trasferito da un Cie ad un altro, prima che possa nominare un avvocato di fiducia o chiedere un referto medico, una girandola continua gestita dalla Direzione centrale per l’immigrazione del ministero dell’interno, che annulla i diritti di difesa e cancella le possibilità concrete di denuncia. Alla fine, qualche magistrato sarà in grado di porre fine a questa spirale di violenze ed omertà che potrebbe costare ancora qualche vita umana ? 

Da admin Il 30/06/2012 08:57

Fonte: CtZen

Insieme a quello che è sbarcato il 27 giugno, c’era un altro peschereccio, usato dagli scafisti per il trasporto clandestino di circa 200 nordafricani sulle coste siciliane. Era una sorta di «barca-madre» che trainava l’altra e che le forze dell’ordine non sono riuscite a bloccare. Intanto, è stato individuato il responsabile di questi viaggi della speranza: si chiama Abu El Yusef ed è a capo di una grossa organizzazione a Rashid, vicino Alessandria... 

Da admin Il 25/06/2012 09:47
Amnesty International ha lanciato il rapporto SOS Europe (disponibile in inglese) sull’impatto dei controlli in materia d’immigrazione sui diritti umani, con il quale chiede ai governi e alle istituzioni dell’Unione europea (Ue) di cessare di porre a rischio la vita dei migranti alle frontiere europee. L’organizzazione per i diritti umani sollecita le istituzioni europee a svolgere fino in fondo il loro ruolo di controllo affinché i governi dei paesi membri siano chiamati a rispondere del trattamento riservato a migranti, richiedenti asilo e rifugiati alle frontiere europee. 
Da admin Il 16/06/2012 00:09
Le recenti aggressioni di chiara matrice trans/omofobica ai danni di una coppia lesbica, una ragazza trans, attivista gay e un giovane omosessuale ventenne nella città e nella provincia di Roma rappresentano soltanto la concretizzazione del clima di violenza, insicurezza e fascismo che si respirano nella capitale negli ultimi tempi. La città che esattamente un anno fa ha ospitato l'Europride, accogliendo cittadini e cittadine da tutta Europa, all'insegna dei valori del rispetto e della tolleranza, si ritrova oggi ad un anno di distanza a fare i conti con nuovi episodi di trans/omofobia. [...]
Da admin Il 06/06/2012 11:31

Promossa da: Alberto Cacopardo e Associazione PeaceLink

L’intervento militare della Nato in Libia è stato definito da qualcuno “un fulgido esempio di riuscito intervento umanitario”. Solo la disinformazione che ha imperato in molti media può avvalorare un simile giudizio. In realtà l’intervento militare ha causato in Libia un’autentica catastrofe umanitaria. Le vittime seguite all’intervento si contano in parecchie migliaia, forse decine di migliaia, senza considerare i feriti, i senzatetto, i profughi, le distruzioni e le aberrazioni commesse su larga scala da entrambe le parti in lotta. Per questo abbiamo rivolto questo appello al Procuratore della Corte Penale Internazionale dell’Aia, che il 16 maggio riferisce al Consiglio di Sicurezza sulla situazione libica. Che il mondo ascolti cosa avrà da dire Ocampo, e che lo giudichi.

Da admin Il 03/06/2012 21:21

 

Il 6 giugno a Catania, un presidio dinanzi alla Prefettura alle 17.30, in difesa delle libertà e dei diritti delle donne.

Unione Donne in Italia. UDI Catania- La Città Felice - Associazione antimafie Rita Atria - Akkuaria
CGIL Catania - Casablanca (Rivista antimafia - Le Siciliane) - Circolo Città Futura  -Emergency Catania
Kalon  -Logos Catania  -Girodivite - Open Mind - Rete Donne SEL

Da admin Il 29/04/2012 22:52
Il centro polifunzionale per gli immigrati di Pian del Lago, a Caltanissetta, comprende al suo interno un centro di identificazione ed espulsione (CIE), riaperto nel mese di marzo del 2012, un Centro di accoglienza (CDA), ed un  Centro di accoglienza per richiedenti asilo (CARA) [...]
Da admin Il 27/04/2012 22:05

Tutte e tutti abbiamo salutato con soddisfazione e speranza la rivoluzione in Tunisia. Abbiamo gioito e ci siamo emozionati vedendo la forza delle mobilitazioni con cui migliaia di donne e uomini chiedevano libertà e giustizia sociale. Ciò che sembrava impossibile è diventato possibile: e il regime di Ben Ali è crollato.

Ora la Tunisia si trova di fronte alla sfida di rendere realtà sociale ciò che abbiamo letto nelle migliaia di cartelli che popolavano le manifestazioni: libertà, democrazia, laicità, uguaglianza di diritti, lavoro, tolleranza, pace, pluralismo. 

Da admin Il 20/04/2012 08:31
Negli ultimi giorni sono accaduti due episodi gravissimi: la morte, nel Commissariato di Villa Opicina(Trieste), di una cittadina moldava, in circostanze non ancora chiarite e trapelate a 2 giorni dai fatti. E oggi la pubblicazione della fotografia scattata da un passeggero sul volo Roma-Tunisi che ritrae un giovane tunisino forzatamente rimpatriato e al quale le forze di polizia hanno chiuso la bocca con del nastro adesivo.
Da admin Il 16/04/2012 01:01
il Comitato decide di sciogliersi nel riconsegnare il teatro e riaprire la discussione in una nuova forma partecipata di Assemblea Permanente a presidio di questo spazio.
Da admin Il 13/04/2012 13:47
Uno spazio destinato alla cultura non può chiudere per ragione alcuna.
La sua assegnazione e la sua vita devono essere garantite da criteri di gestione trasparenti e rigorosi, nel rispetto del valore dell’arte in tutte le sue forme di espressione.
Per questo restituiamo oggi alla sua naturale funzione il Teatro Garibaldi: l’ennesimo spazio negato alla città, un luogo che ci appartiene come cittadini e come lavoratori dello spettacolo, della cultura e dell’arte.
Da admin Il 14/03/2012 13:06

di Antonello Mangano

Intervista esclusiva a Franco Ciappelli, responsabile nazionale "Social compliance" di Coop. Come si comporta l`azienda in Calabria? Chiede che i fornitori firmino un accordo in cui si impegnano a non sfruttare i lavoratori. "Noi l`abbiamo fatto", ci dice un fornitore calabrese. "Ma Coop ci paga troppo poco". Le condizioni di lavoro sono africane, i prezzi sudamericani. E si ipotizza il pagamento in visibilità.

Da admin Il 01/03/2012 18:44

PeaceLink Abruzzo e l'Ass. Antimafie Rita Atria esprimono la loro solidarietà e vicinanza alla lotta del movimento NO-TAV e aderiscono al presidio di solidarietà che si terrà a Pescara venerdì 2 marzo.

Quanto sta accadendo in questi giorni in Val Susa, dove la lotta contro la distruzione della Valle è in corso da vent'anni, è l'emblema della drammatica situazione in cui versa la democrazia in Italia. Un paese nel quale in questi mesi si sta cercando, nel silenzio dei grandi media e nella connivenza e partecipazione degli stessi politici che oggi attaccano il movimento NO-TAV, di calpestare il voto democraticamente espresso da milioni e milioni di Italiane e Italiani nel giugno scorso.

Da admin Il 01/03/2012 17:03
We CARE
L'Associazione daSud scrive una lettera al Ministro Severino: "Le scriviamo per esprimerLe tutto il nostro sconcerto, la nostra indignazione, il nostro sconforto e la nostra preoccupazione per quanto è accaduto a Milano in queste ore davanti alla Corte d’Assise. Si sta producendo un’ingiustizia per le persone coinvolte in un procedimento e un precedente gravissimo per tutte le cittadine e i cittadini di questo Paese.Le stiamo naturalmente parlando del processo per l’omicidio di Lea Garofalo[...]"
Da admin Il 25/02/2012 13:42

RIAPPROPRIAMOCI DELLA NOSTRA TERRA CON UN GESTO DI CIVILTA'

Car* amic*,
la prossima udienza del processo in corso a Cinquefrondi sulle ingiurie e le minacce subite da Anna Maria Scarfò si terrà lunedì 27 febbraio alle ore 15.
La scorsa settimana eravamo in ventitré accanto a lei, giunti da Reggio Calabria, Catania, Milazzo e Palermo.

L'abbiamo accompagnata e sostenuta in silenzio, in un'aula affollata dai parenti dei sedici imputati e dagli stessi imputati. I quali sono tutti a piede libero tranne due, in carcere non per le violenze perpetrate ai danni di Anna Maria, ma per reati di droga.

 

Da admin Il 19/02/2012 21:51
A soli due giorni dalla partecipata fiaccolata per ricordare le due giovani donne nigeriane Favour e Loveth, vittime di una violenza brutale, la città è testimone di un nuovo gravissimo atto di razzismo...
Da admin Il 17/02/2012 17:08
RIAPPROPRIAMOCI DELLA NOSTRA TERRA CON UN GESTO DI CIVILTA'

lunedì 20 febbraio 2012, alle ore 9:00, presso la sezione distaccata del Tribunale di Palmi, a Cinquefrondi (RC), si terrà l'udienza per discutere la causa di uno dei processi partiti dalle denunce di Anna Maria Scarfò.

Il comunicato, le adesioni (presenze) e la voce forte di chi non potrà esserci fisicamente ma che sente il bisogno di schierarsi accanto ad Anna Maria

Da admin Il 16/02/2012 00:17
Appello del direttore del Quotidiano della Calabria, Matteo Cosenza, perché il prossimo 8 marzo sia la festa delle donne che hanno sfidato la 'ndrangheta, la festa di chi vuole sfidare le cosche che odiano le donne. Cetta Cacciola, insieme a Giuseppina Pesce e Lea Garofalo, insieme a Tita Buttafusca e alle altre donne che hanno detto basta alle cosche - ai loro padri, fratelli, mariti, figli, zii, cugini e nipoti - tutte loro sono un pugno nello stomaco della Calabria indifferente. Non eroine, si badi bene, ma un esempio da seguire per riacquistare la dignità perduta e il vero onore dei calabresi. Questa la nostra adesione pubblicata nell'edizione odierna de Il Quotidiano della Calabria.
Da admin Il 07/02/2012 10:48
E' stato presentato oggi 2 febbraio a Roma, presso la Camera dei Deputati, un appello proposto dalle organizzazioni di solidarietà con il popolo kurdo rivolto a politici, giornalisti, associazioni, sindacati, singoli cittadini che chiede all'Italia di farsi portavoce e di adoperarsi perchè si percorra la strada del negoziato con tutte le parti in conflitto nel Kurdistan turco, al fine di trovare una soluzione politica e pacifica della questione kurda.
Da admin Il 03/02/2012 17:04

UDI Catania

La sentenza della Cassazione ha stabilito la possibilità dell'applicazione di pene alternative per i violentatori che nel 2006 stuprarono in gruppo una dodicenne. Dei tre delinquenti, i due imputabili già all'epoca (avevano 15 e 17 anni), sono oggi dei maggiorenni. All’epoca dei fatti tutti hanno goduto dell'ampia solidarietà cittadina e delle loro famiglie.

Da admin Il 01/02/2012 22:07
L'Associazione Antimafie "Rita Atria" si unisce ai due testimoni di giustizia, Giuseppe Grasso e Francesca Franzè, nella rivendicazione dei loro diritti di Testimoni di Giustizia. A otto anni dall'inizio della loro ribellione nei confronti dello strapotere della 'ndrangheta, il 26 gennaio 2012 i due coniugi si sono recati al Viminale e, a differenza del passato, sono stati sollecitamente ricevuti da alcuni funzionari. Durante l'incontro  sono stati rassicurati dalla promessa di una rapida risoluzione delle problematiche connesse alla loro condizione di Testimoni di Giustizia.

L'Associazione apprezza la sensibilità mostrata dai nuovi vertici del Viminale e condivide la scelta dei coniugi Grasso a rinunciare, per il momento, ai proprositi di accamparsi davanti al Ministero. L’Associazione Antimafie “Rita Atria” ha fortemente scoraggiato l’azione estrema dei coniugi Grasso in quanto convinta che il Ministro retto dal Ministro Cancellieri manterrà quanto concordato nel colloquio del 26 gennaio c.a.

Da admin Il 28/01/2012 10:18

Enrico Montalbano, "Mineo. Un migrante bengalese denuncia la corruzione nel CARA", terrelibere.org, 28 gennaio 2012, http://www.terrelibere.org/mineo-un-migrante-bengalese-denuncia-la-corruzione-nel-cara 

A dicembre un interprete bengalese aveva chiesto a un connazionale 440 euro. Assicurava l`esito positivo per la richiesta di rifugiato politico. Sarebbe stato `segnalato` da un poliziotto. Oggi invece la vittima ha avuto un diniego, nonostante la coraggiosa denuncia. "Adesso le nostre vite sono in pericolo", dice. "Questo somiglia alla mafia".

Da admin Il 18/01/2012 20:18
Se non ora quando? Catania

Si svolgerà il 20 gennaio alle ore 16:00 presso il Teatro Musco di Catania "Corpi e immagini di donne. Seminario sull'uso strumentale del corpo della donna in pubblicità", di Graziella Priulla.

 Le donne sono intrappolate in due stereotipi: o casalinga felice di pulire la casa, o corpo giovane, bello e soprattutto disponibile. La ripetitività di questi soli due modelli, in televisione e in pubblicità, fa dell’Italia un caso di studio. Corpi femminili seminudi, dovunque. Immagini ai limiti della pornografia campeggiano in ogni spazio pubblico, sono approvate e vengono scambiate per libertà d’espressione . La donna presenta il prodotto; la donna è il prodotto; la donna si compra con il prodotto. Col nudo femminile si va sul sicuro: “è il mercato che ce lo chiede” dicono i pubblicitari. Ma è vero? Gli stereotipi sono lesivi della dignità della donna, ma anche di quella dell’uomo, ridotto e umiliato in una rappresentazione animale e machista. Sono davvero così, gli uomini?...
Da admin Il 04/01/2012 23:18
il giorno 5 luglio 2011 in cui il nostro concittadino dell’Assemblea 29 Giugno RICCARDO ANTONINI, ferroviere e consulente tecnico di familiari della strage di Viareggio, ha ricevuto dalle ferrovie una lettera di diffida a continuare questo incarico, minacciando lui e il suo collega FILIPPO CUFARI di ulteriori provvedimenti, RICCARDO ne ha parlato in Assemblea davanti ad oltre 50 persone, COMPRESI familiari dell’Associazione “IL MONDO CHE VORREI”
Da admin Il 03/01/2012 20:47
Il territorio soffre, la soluzione è una: uniti per riprenderci la TERRA. Annus terribilis, il 2011, per Rosarno e la Piana di Gioia Tauro tutta. E il futuro promette pessimi auspici: licenziamenti di massa al Porto, impianti turistici e supermercati chiusi, le arance che restano sugli alberi e i terreni che vengono abbandonati.
Da admin Il 31/12/2011 18:12

di Claudio Metallo, "Marlane. `Taci del tumore, licenziati e assumeremo tuo figlio`", terrelibere.org, 30 dicembre 2011, http://www.terrelibere.org/marlane-taci-del-tumore-licenziati-e-assumeremo-tuo-figlio

Intervista a Francesco Cirillo, autore del libro sulla Marlane. "Qui tutto è tossico", dice. Famiglie distrutte, persone umiliate costrette nel letto di ospedale a firmare il proprio licenziamento con la promessa del posto per un figlio. Alla fine la fabbrica chiude e il lavoro rimane un miraggio, a differenza dei tumori che sono maledettamente reali. 

Da admin Il 16/12/2011 19:35

di Valentina Ersilia Matrascia

Annie Gehnyei racconta la fiaccolata per ricordare i due cittadini senegalesi uccisi a Firenze Roma, 14 dicembre 2011 - "C'era sopratutto tanto dolore e tanta rabbia. Abbiamo percorso le strade di Roma cantando e suonando, abbiamo marciato esprimendo il nostro lutto in silenzio tra la folla che si affacciava curiosa dai negozi ancora aperti. [...]

 

Da admin Il 16/12/2011 12:15
Egregio signor Ministro, Caro signor prefetto,
dissentiamo dalle vostre recenti dichiarazioni sulla vendita dei beni confiscati che non sarebbe un tabù dopo la pubblicazione del d.lgs n°159 sulle misure di prevenzione antimafia. Vi è nota l’opposizione di tutte le componenti sociali e istituzionali dell’antimafia - dalle associazioni antimafia alle rappresentanze del mondo del lavoro e delle imprese, da ANM alla Regione Sicilia e all’ANCI - alla vendita dei beni confiscati per fare cassa che sembra essere diventata la priorità nella gestione dei beni confiscati ai mafiosi. [...]
Da admin Il 15/12/2011 12:34
Lottare per sconfiggere le mafie significa Lottare innanzitutto per il rispetto di TUTTI. I Diritti non hanno colore e le mafie non hanno confini. Ecco perché l'Associazione Antimafie "Rita Atria" domenica sarà a Mineo.
Da admin Il 15/12/2011 12:19
di Antonio Mazzeo
Il villaggio degli aranci di Mineo (Ct), il mega-centro di semidetenzione per richiedenti asilo e migranti, a quasi un anno dalla sua istituzione, testimonia il completo fallimento del modello di “solidarietà” securitaria del governo Berlusconi-Maroni. È il “non luogo” dove si consuma la spersonalizzazione, dove l’ospite-recluso si “sente atopos, fuori posto, né cittadino né straniero, collocato in un luogo bastardo al confine tra l’essere e il non-essere sociale”.[...]
Da admin Il 05/12/2011 12:38

Domenica 11 dicembre le donne di "Se non ora quando" tornano in piazza, a Roma in piazza del Popolo e in tante altre città italiane per parlare di lavoro, maternità e servizi, rappresentanza e comunicazione.

Da admin Il 01/12/2011 09:01

Un corteo per dire NO ALLA VIOLENZA GRATUITA, NO AL RAZZISMO

Ci appelliamo alle associazioni, ai sindacati, ai movimenti e a tutti i cittadini democratici, siano essi stranieri o italiani, perché con l'impegno di tutti si possa cominciare a ricostruire il tessuto connettivo della solidarietà sociale che sembra essere venuto meno nel corso degli ultimi anni.

Da admin Il 08/10/2011 11:53
di Antonio Mazzeo

“Gli assetti aerei e navali italiani messi a disposizione della NATO per l’operazione Unified Protector continuano le missioni assegnate per l’imposizione della no-fly zone e dell’embargo navale. Nell’ultima settimana sono state effettuate 39 missioni aeree. Gli assetti impiegati dall’Aeronautica militare sono stati i cacciabombardieri Tornado, F16 Falcon e AMX, gli aerofornitori KC130J e KC767A ed un velivolo a pilotaggio remoto Predator B (…) Per quanto riguarda l’emergenza immigrazione, in applicazione dell’intesa italo-tunisina, Nave Comandante Borsini, Nave Chimera ed un aereo Atlantic continuano la sorveglianza in prossimità delle acque tunisine”. [...]
Da admin Il 27/09/2011 17:39
La Procura di Palermo ha aperto un'indagine sui Cie galleggianti, ovvero le due navi che ancora stazionano nel porto di Palermo con circa trecento tunisini a bordo, da settimane illegalmente detenuti. La decisione del procuratore aggiunto Leonardo Agueci, che coordina l'indagine, e' arrivata dopo la presentazione di un esposto presentato questa mattina da alcuni esponenti del movimento antirazzista palermitano
Da admin Il 26/09/2011 22:23
Video realizzati dall'Ass. "Rita Atria"

Oggi, 26 settembre si è tenuto un presidio organizzato dalla rete antirazzista di Palermo. L'on. Siragusa e l'on. Apprendi dopo le visite fallimentari dei loro colleghi Lumia e Russo, hanno ritenuto opportuno rendersi conto di persona della situazione.

Nell'intervista l'esito della visita...

A noi tutti il compito di vigilare e di non cadere nel leghismo becero e disumano...
In tal senso consigliamo di andare a vedere Terraferma di Crialese...

... per i palermitani da domani presidio dalle ore 17.00 di fronte ai cancelli dei Cantieri Navali.

Archivio

Archivio
<marzo 2017>
lunmarmergiovensabdom
272812345
6789101112
13141516171819
20212223242526
272829303112
3456789
Mese
Vai

Tags

Antonio Mazzeo (14)
Nadia Furnari (12)
Parco Commerciale Barcellona P.G. (10)
Rino Giacalone (10)
Adolfo Parmaliana (7)
Attilio Manca (6)
Sandro Marcucci (6)
Anna Maria Scarfò (5)
Antifascismo (5)
Testimoni di Giustizia (5)
Mario Ciancarella (4)
Stefania Noce (4)
Tirrenoambiente (4)
Antonio Mazzeo Militarizzazione Sicilia (3)
Antonio Mazzeo MUOS (3)
Associazione Antimafie "Rita Atria" (3)
Milazzo (3)
MUOS (3)
NO MUOS (3)
Processo Rostagno Rino Giacalone (3)
Reggio Calabria Centro Sociale Cartella (3)
Simona Scibilia (3)
8 marzo 2013 (2)
Barcellona P.G. (2)
Carmelo Catania (2)
CIE Galleggianti (2)
Comune di Falcone (2)
Css (2)
Di Matteo (2)
Droni Sigonella Antonio Mazzeo (2)
Falcone (2)
Furnari (2)
Giuseppe Fava (2)
Graziella Campagna (2)
Graziella Proto (2)
I Siciliani Giovani (2)
mafia barcellonese (2)
Maria Teresa Collica (2)
Mario Alberto Dettori (2)
Morti sul lavoro (2)
NO MUOS Antonio Mazzeo (2)
Oikos (2)
omofobia (2)
Peppino Impastato (2)
Presidio "Rita Atria" Partanna (2)
Presidio Partanna (2)
Provvidenza Grassi (2)
Rifiuti (2)
Rita Atria - 20 anni (2)
Strage di Ustica (2)
Telejato Informazione Sicilia (2)
Terna (2)
Trattativa Stato Mafia Saro Cattafi (2)
Violenza sulle Donne (2)
2016 (1)
4 novembre pace (1)
416 ter (1)
Abruzzo Liguria Aquila (1)
Abruzzo Mafie (1)
Abruzzo territorio (1)
Acqua pubblica (1)
acquainsicilia.org privatizzazione dell'acqua Sicilia (1)
Adolfo Parmailiana Franco Cassata Procura di Reggio Calabria (1)
Aeroporto Trapani Birgi (1)
Alessandro Idonea Graziella Proto Peppino Impastato (1)
Alessandro Marcucci Silvio Lorenzini (1)
Alessio di Florio (1)
Ambiente Messina Coordinamento Ambientale Tutela del Tirreno (1)
Antimafie Rita Atria Nadia Furnari Graziella Proto InformazioneMonforte S. Giorgio (1)
antiraket mafia (1)
Antonietta Dettori (1)
Antonio Franco Cassata (1)
Antonio Gramsci 25 aprile (1)
Antonio Mazzeo Droni Sicilia Guerra (1)
Antonio Mazzeo Enrico di Giacomo omicidio Bottari (1)
Antonio Mazzeo Finmeccanica guerra (1)
Antonio Mazzeo Querela Falcone (1)
Antonio Mazzeo Rosario Cattafi Francesco Di Maggio (1)
Antonio Mazzeo Valle del Mela Raffineria di Milazzo (1)
Appello Antifascista (1)
Armi chimiche Antonio Mazzeo Sicilia (1)
Arresto Saro Cattafi Barcellona P.G. (1)
Artisti NO MUOS (1)
assemblea regionale siciliana (1)
Associazione daSud Lea Garofalo (1)
Associazione no profit Gener-AZIONE98041 (1)
Avvocati Liberi Catania (1)
Barbara Dettori (1)
Barcellona (1)
Barcellona P.G. Comune Parco Commerciale (1)
Barcellona P.G. Massoneria (1)
Barcellona P.G. Rosario Pio Cattafi (1)
Barcellona Pozzo di Gotto (1)
Beni Comuni Acqua (1)
Calabria Scuole (1)
campo San Teodoro (1)
Cannova (1)
Cantieri Culturali della Zisa (1)
Cartella Reggio Calabria (1)
Casablanca 31 (1)
Casablanca Graziella Proto (1)
Casablanca informazione antimafia (1)
Caso Messina (1)
Catania Diritti delle donne (1)
Catania Pride (1)
Catanzaro (1)
Centri Commerciali (1)
Centro PIo La Torre Antimafia (1)
Cinecittà (1)
Colletttiva AutonoMia (1)
Comitto Siamo Tutti Telejato (1)
Coordinamento regionale dei Comitati NO MUOS (1)
Coordinamento regionale NO MUOS Mamme NO MUOS (1)
CPA di Pozzallo (1)
Crocetta (1)
DIAZ (1)
digitale terrestre IDV (1)
Dimenticati Emanuele Scieri (1)
Dimenticati Sandro Marcucci Silvio Lorenzini (1)
Diritti Calabria Rosarno Gioia Tauro (1)
Diritti Civili (1)
diritti delle donne (1)
Diritti Kurdistan (1)
diritti LGBTQI (1)
Don Giacomo Panizza 'ndrangheta (1)
don panino (1)
don Scordo (1)
Donne che si ribellano (1)
Droni Antonio Mazzeo Lethal Autonomous Robotics Unmanned Aircraft Systems (1)
Droni Giovanni Lo Porto (1)
Droni IlManifesto.it Manlio Dinucci (1)
Edipower (1)
Elettrodoto Terna (1)
Elettrodotto Sorgente-Rizziconi (1)
Elettrodotto Terna (1)
elettrosmog (1)
Fabrizio Pioli Vitta 'ndrangheta Simona Napoli (1)
Falcone Antonio Mazzeo (1)
Falcone Barcellona P.G. Gotha Bisognano (1)
femminicidio (1)
Finmeccanica Antonio Mazzeo (1)
Franca Rame (1)
Francesco Francaviglia Nadia Furnari Goffredo D'Antona (1)
Franco Mastrogiovanni (1)
Gigliopoli (1)
Giovanni Filianoti (1)
Giovanni Impastato Cinisi (1)
Giovanni Isgrò (1)
Giuseppe Tusa (1)
GLBT omofobia (1)
GOTHA 3 (1)
GOTHA Informativa Gico di Firenze 1996 (1)
Grazielal Campagna Piazza Fontana 12 dicembre Associazione Antimafie "Rita Atria" (1)
Ignazio Aloisi (1)
ILARIA ALPI e MIRAN HROVATIN (1)
Ilaria Alpi Miran Hrovatin (1)
ILVA Taranto (1)
Informazione mafia 'ndrangheta camorra Emilia Romagna (1)
IV commissione (1)
Khadim Bamba Fall (1)
Laura Picchi (1)
Laura Picchi eBook sulla strage di Ustica (1)
Lavoro Calabria (1)
Leoluca Orlando Renato Accorinti (1)
LGBT stop omofobia (1)
Libia (1)
Libri (1)
Licodia Eubea (1)
Lotta contro il Razzismo Roma (1)
Luigi Orsino Testimone di Giustizia (1)
mafie (1)
Magistratura (1)
malanova (1)
Mamme NO MUOS (1)
Marco Benanti Processo Scuto (1)
Maria Concetta Cacciola Donne che si ribellano (1)
Maria Grazia Laganà (1)
Marino (1)
Mario Ciancarella Radiazione Sandro Marcucci Mario Alberto Dettori (1)
Mario Ciancarella tragédie Ustica (1)
martin luther king (1)
Massimo Coraddu Massimo Zucchetti Antonio Mazzeo Arpa Sicilia (1)
Massimo Zucchetti (1)
Mauro Rostagno Peppino Impastato Salvo Vitale (1)
Mazzarrà Sant'Andrea (1)
Messina Privatizzazione Acqua acquainsicilia.org (1)
Milazzo Anna Cambria (1)
Militarizzazione (1)
Miriam Mafai (1)
Montalbano e Mazzarrà (1)
Mozione Parlamentare contro il MUOS (1)
Nadia Furnari Goffredo D'Antona (1)
Nadia Furnari Santo Laganà (1)
Nato Kosovo Antonio Mazzeo (1)
'ndragheta stopndrangheta.it rassegna stampa (1)
'ndrangheta Milano (1)
ndrangheta Vivo Valentia (1)
Ninetta Burgio (1)
NO MORE (1)
NO MUOS contro la militarizzazione (1)
NO MUOS Milano (1)
NO MUOS Niscemi (1)
NO TAV (1)
Non Parlo più (1)
Non Parlo Più di Vittorio Nevano (1)
NOTAM (1)
NOTAM Catania Fontanarossa (1)
Oasi del Simeto (1)
omicidio Ignazio Aloisi (1)
Omofobia Forza Nuova (1)
Operai Ilva (1)
Operai Orazio Savoca (1)
PalaNebiolo (1)
Palermo Cultura (1)
parco commerciale (1)
Patrizia Livreri (1)
Pescara (1)
Pesce Rosarno 'ndrangheta (1)
piano rifiuti (1)
Pinelli (1)
Pio La Torre Rosario Di Salvo (1)
Pippo Sciacca (1)
Placido Rizzotto (1)
Ponte di Messina Antonio Mazzeo (1)
Premio (1)
Premio Adolfo Parmaliana 2016 (1)
Presidio "Rita Atria" Libera Milazzo-Barcellona P.G. (1)
Presidio Bari Rita Atria (1)
Presidio Partanna (TP) (1)
Privatizzazione dell'acqua referendum (1)
Privatizzazione dell'acqua Sicilia (1)
RAM (1)
Referendum Costituzionale (1)
Reggio Calabria scioglimento comune (1)
Renato Accorinti (1)
rifiuti abruzzo (1)
Rino Giacalone Mauro Rostagno (1)
Rino Giacalone Pino Maniaci (1)
Rita Atria (1)
Rita Atria Monasterace 28 luglio 2012 (1)
Rita Atria Nadia Furnari Valentina Barresi (1)
Rita Atria Paderno Dugnano (1)
Rita Atria Stefania Noce 25 luglio 2015 Palermo (1)
Roberto Ravidà (1)
Rosario Pio Cattafi Bisognano (1)
Rossella Urru (1)
S.I.A.P (1)
Salute Discariche Lentini Leucemia Sigonella (1)
Salvatore Coppola (1)
Salvo Vitale (1)
Sandro Marcucci Silvio Lorenzini (1)
Sandro Marcucci Silvio Lorenzini Nadia Furnari (1)
Sandro Marcucci Silvio Lorenzini Strage di Ustica (1)
Sandro Marucci (1)
Santo Napoli (1)
Sarina Ingrassia (1)
Scuole eucazione alla giustizia Calabria Amantea Fi.Da.Pa. (1)
SIAP (1)
sicilia (1)
Sicilia Privatizzazione dell'acqua (1)
Sigonella Niscemi Antonio Mazzeo (1)
Siria Il Manifesto (1)
Stefania Mulè immaginARTE (1)
Stefania Mulè Stefania Noce Rita Atria (1)
Stefania Noce Femminicidio (1)
stopndragheta.it (1)
stopndrangheta.it (1)
Strage di Bologna (1)
Stragi Trapani Alcamo (1)
Telejato (1)
Terra mia (1)
Testimone Calabria (1)
Testimone Calabria Maria Concetta Cacciola (1)
Testimoni di Giustizia Grasso Franzè (1)
Testimoni di Giustizia Tagli alle forze dell'ordine (1)
Toscana Strage di Viareggio (1)
Trasfobia (1)
Trattativa (1)
Tunisia (1)
Turi Vaccaro (1)
Turi Vaccaro Massimo Zucchetti (1)
UDI Catania (1)
ulisse (1)
Valle del Mela (1)
Ventennale Rita Atria Nadia Furnari Santina Latella Simona Scibilia (1)
Vittorio Arrigoni (1)
Vittorio Nevano (1)
Vodafone (1)
Zona 22 (1)
Zona Franca 22 (1)
Zona22 (1)
Zucchetti (1)