Archivio News dell'Associazione Antimafie Rita Atria Archivio News - CROCETTA TRADISCE IL POPOLO SICILIANO. Revoca la salute e le scelte della cittadini siciliani

Ricerca

View_Blog

CROCETTA TRADISCE IL POPOLO SICILIANO. Revoca la salute e le scelte della cittadini siciliani

lug 24

Scritto da:
24/07/2013 20:38  RSS

Dopo la sentenza del TAR che aveva dato torto al ministero della Difesa sulla pericolosità del MUOS e che aveva confermato la bontà della revoca delle autorizzazioni all’installazione dello stesso emanata dal presidente della Regione Crocetta, alla vigilia della sentenza della CGA alla quale si era rivolto il Ministero della Difesa, tutto faceva pensare che difficilmente il massimo organo giudiziario siciliano avrebbe potuto sconfessare il Tar. Malgrado le forti pressioni politiche e gli “arrampicamenti” degli avvocati dello Stato, troppe erano le contraddizioni palesate negli ultimi giorni. E allora ci ha pensato Crocetta, “il sindaco dei siciliani”. Con un colpo di teatro, senza attendere l’esito dell’udienza della CGA prevista per il 25 luglio, ha revocato la sua revoca, smentendo se stesso e smentendo i suoi consulenti (tutti a titolo gratuito, cosa, questa, di non poco conto). Ma, soprattutto, ingannando i siciliani onesti, i cittadini e le mamme di Niscemi e di tutta la Sicilia che da tanti mesi ormai si battono contro il MUOS ,strumento di guerra e di morte. Crocetta doveva solo attendere il verdetto della CGA e, invece, ha immolato tutti i siciliani sull’altare del compromesso e dei ricatti con i poteri forti. 

Con il suo atto rende , di fatto, inutile l’udienza della CGA, poichè cessa la materia del contendere. 

Auspichiamo che Crocetta non parli più di legalità e di giustizia, non vada più a commemorare morti di mafia: oggi, con il suo gesto ne ha ucciso la memoria attiva; ha reso la Sicilia serva. 

Ci appelliamo a tutti coloro che in buona fede lo hanno appoggiato e lo appoggiano affinchè abbiano il coraggio di prenderne le distanze e di urlare insieme a tutti i siciliani onesti l’unica parola degna di essere urlata in questo momento buio della storia siciliana: VERGOGNA!!

L’associazione Antimafie “Rita Atria”, ricorderà Rita Atria il prossimo 26 luglio a Partanna (TP), fra le bandiere “NO MUOS”, ribadendo ancora una volta, nel nome di Rita, la propria netta e inequivocabile scelta di campo.

Associazione Antimafie "Rita Atria"


CHE ORA I POLITICI GLI ASSESSORI TUTTI COLORO CHE SOSTENGONO CROCETTA DICANO QUALCOSA SUL MUOS

Goffredo D'Antona

Quello che ha commesso Crocetta la revoca della sua revoca è un atto di una gravità inaudita. Uno schiaffo a tutti i siciliani. Un atto criminale, un atto che non macchia solo lui. Ma macchia tutte le persone  che lo sostengono.  A questo punto sarebbe interessante  fare un'appello,  vorrei tanto sapere da quei nomi e cognomi altisonanti della storia Siciliana cosa ne pensano.

E’ ora di finirla con io non c entro, è un atto del presidente. E cosi via. Tutti coloro, assessori consulenti, che comunque hanno sposato la causa Crocetta sono responsabili di questo atto criminale di guerra in tempo di pace.

Vorrei  che tante persone  di cui ora non faccio i nomi,che fanno della legalità, della giustizia, la loro battaglia dicessero qualcosa. E non mi riferisco solo alla Regione, mi riferisco  a quelle giunte comunali sostenute da Crocetta, in primo luogo Catania.

Chiunque oggi non dice nulla sulla revoca della revoca di Crocetta è suo complice.

Cari politici siciliani, abbiate un minimo di dignità se non di coraggio, dite qualcosa,  il vostro silenzio è solo ignominia.

Goffredo D’Antona

Archivio

Archivio
<febbraio 2020>
lunmarmergiovensabdom
272829303112
3456789
10111213141516
17181920212223
2425262728291
2345678
Mese
Vai