Archivio News dell'Associazione Antimafie Rita Atria Archivio News - L'asta del Beauty Contest non viene toccata: Monti toglie al ceto medio ma fa regali a RAI, Fininvest, ...

Ricerca

View_Blog

L'asta del Beauty Contest non viene toccata: Monti toglie al ceto medio ma fa regali a RAI, Fininvest, ...

dic 6

Scritto da:
06/12/2011 19:23  RSS

 Sono mesi che solleviamo il problema del Beauty Contest. Nessuno, tranne pochi politici e pochi giornalisti, sembra interessato a sollevare il problema. il 22 novembree durante la conferenza stampa a Roma per denunciare l'esproprio delle frequenze alle TV Comunitarie, abbiamo indicato la strada: annullare l'asta che assegna gratuitmente ben 6 frequenze (30 canali) a chi bisognoso non è.

Solo un giorno fa su Repubblica: http://www.repubblica.it/supplementi/af/2011/12/05/primopiano/008cevuole.html

si legge:

E senza Sky nel Beauty Contest non c’è più nessun nuovo entrante

Allo stato dei fatti il Beauty Contest non sta affatto «aprendo» il mercato, e finirà per regalare frequenze a chi già le ha, senza nessun vero «nuovo entrante». Dopo l’uscita di Sky in corsa per i 5 multiplex sono rimasti in pochi. Prima di tutti, ovviamente, Mediaset Rai e Telecom (con la Rai però a rischio di esclusione per il ricorso Telecom: userebbe già di fatto 5 frequenze e non potrebbe quindi concorrere per una sesta). Dopo di loro ci sono Tarak Ben Ammar e la H3g di Novari che ha appena avuto dal ministero l’Ok a passare dalle trasmissioni Dvbh per i cellulari al normale Dvbt e che tra poco vedremo sul telecomando delle nostre tv se questo via libera sarà confermato anche dalll’AgCom, che deciderà in proposito nel corso di questa settimana. Infine Lucio Garbo di Canale Italia (grosso network multiregionale), la Europa7 di Di Stefano (tra l’altro l’unico a concorrere per la frequenza Vhf) e la TivuItalia di Antonio Mazara, che è solo operatore di rete (ossia offre il segnale ai produttori di contenuti, ma non ne ha di propri) e che, acquisto dopo acquisto, ha messo su un network nazionale. Nessun nuovo entrante, quindi. A questo punto l’intera operazione può essere considerata a rischio.

I signori del PD ci dicano cosa pensano di fare... quel del PDL e del Terzo Polo hanno sempre avuto le idee chiare...

Non possiamo accettare che vengano tagliate le pensioni a chi ha lavorato una vita e vengano poi regalati milioni di euro ai potentati dell'informazione. Un disegno chiaro che dovrebbe accendere tutte le lucette dell'indignazione ma che invece sembrano assopite da questa emergenza provocata e controllata.

I furbetti dell'italietta sono salvi...

Nadia Furnari

Archivio

Archivio
<novembre 2019>
lunmarmergiovensabdom
28293031123
45678910
11121314151617
18192021222324
2526272829301
2345678
Mese
Vai