Archivio News dell'Associazione Antimafie Rita Atria Archivio News - Prof. Adolfo Parmaliana: “Io che da morto…non mi arrendo”

Ricerca

View_Blog

Prof. Adolfo Parmaliana: “Io che da morto…non mi arrendo”

mar 29

Scritto da:
29/03/2012 23:56  RSS

PROF. ADOLFO PARMALIANA: “Io che da morto…non mi arrendo”

 

”Io che da morto vi parlo” questo è il titolo del libro scritto da Alfio Caruso ed edito da Longanesi, sulla tragica storia del Prof Adolfo Parmaliana, suicidatosi il 4 ottobre del 2008. Il suo atto estremo ha aperto uno squarcio  illuminante sulle collusioni mafiose-politiche-istituzionali che lui aveva denunciato e che erano state causa della sua solitudine istituzionale. Quando il prof Parmaliana era vivo e denunciava, non un partito (neanche il suo), non un uomo politico, non un magistrato si erano interessati di lui; la cosiddetta società civile dov’era a quel tempo? Neanche l’antimafia, quella che sapeva, ha detto nulla allora. L’antimafia che sapeva; e si, perché  c’erano associazioni antimafia che sapevano e altre che erano all’oscuro di tutto; come l’associazione antimafie Rita Atria che ha scoperto il caso solo all’indomani del “volo” del prof Parmaliana dal viadotto di Patti. Ora che il prof. Parmaliana è morto, ecco lo stuolo di difensori della memoria, di paladini della legalità che si affannano  ad accaparrarsi  la patente di unici antimafiosi nel ricordo del professore. Ma il prof. Adolfo Parmaliana non ha bisogno di ipocrisie postume: la sua forza sta in quello che ha scritto e nelle sue battaglie portate avanti, oggi, dai suoi familiari. Il rinvio a giudizio del Procuratore Generale di Messina , Cassata, e  da qualche giorno del presidente del Consiglio Comunale di Terme Vigliatore (Me) sono merito esclusivo del Prof. Parmaliana e dell’azione dei suoi familiari. L’associazione Antimafie “Rita Atria”, ringrazia il prof Adolfo Parmaliana,  sua moglie Cettina Merlino e suo fratello Biagio che stanno   onorando la memoria del loro congiunto con atti concreti. “L’importante è non arrendersi mai” scriveva Rita Atria nel suo diario: Adolfo Parmaliana non si è mai arreso , neanche … da morto.

 

Archivio

Archivio
<novembre 2019>
lunmarmergiovensabdom
28293031123
45678910
11121314151617
18192021222324
2526272829301
2345678
Mese
Vai