Archivio News dell'Associazione Antimafie Rita Atria Archivio News - Rino Giacalone scrive a Pino Maniaci... dobbiamo fare di più...

Ricerca

View_Blog

Rino Giacalone scrive a Pino Maniaci... dobbiamo fare di più...

set 24

Scritto da:
24/09/2011 07:46  RSS

Rino GiacaloneE’ solo un appuntamento rinviato caro Pino, presto ci vedremo magari anche per pensare a stendere un filo tra Partinico e Trapani, in quel territorio che spesso si dimentica è il regno del più rampante dei mafiosi siciliani, Matteo Messina Denaro. E’ difficile raccontare ciò che accade da queste parti e lo sai bene soprattutto tu che ne hai subito conseguenze fisiche pesanti, ma è difficile raccontare perché spesso c’è chi tende, anche nel nostro mestiere, a miniminizzare ciò che succede, e allora quando si cerca di dire, scrivere, di quello che accade anche sotto i nostri occhi di cronisti spesso la gente si disorienta, e allora sbagliando fa la conta delle voci la chiamo io: e cioè se è la minoranza dei cronisti a parlare delle malefatte dei mafiosi, dei picciotti, dei servi sciocchi di Matteo Messina Denaro, la conseguenza di questo ragionamento porta loro a ritenere che questa minoranza di cronisti sono magari professionisti dell’antimafia nella migliore delle peggiore ipotesi, e comunque non dicono la verità. Enfatizzano. Enfatizziamo.

Diciamoci tutta la verità caro Pino la gente di mafia e antimafia non ne vuole sentire più nulla, personalmente me lo sono sentito dire io qualche giorno addietro, e non da una persona qualunque,  e dunque noi diamo fastidio,e se lo diciamo passiamo pure per persone che vogliono atteggiarsi a vittime, non a tutti ovviamente suscitiamo questi pruriti, ma ad una buona fetta di persone si. Perché quando dalle mie parti, Trapani, si dice, e lo dicono anche giornalisti che si presentano come duri e puri,  che lo scandalo non sono le malefatte truffaldine di Matteo Messina Denaro proprio in questi giorni che ricordano un omicidio gravissimo, quello di Mauro Rostagno, il 26 settembre saranno 23 anni da quel delitto, è come se questa parte di società che si presenta come civile e militante, mandasse a dire al boss, stai quieto e tranquillo perché è ad altro che ci stiamo interessando. 

Le scritte comparse a Partinico mi ricordano tanto quella apparsa qualche tempo addietro sull’autostrada nei pressi di Fulgatore, il borgo agricolo dove nel 2001 la Polizia scovò il capo mafia Vincenzo Virga, quello che prese il tritolo perla strage di  Pizzolungo e che nel frattempo faceva il portaordini di Marcello Dell’Utri, in autostrada comparve la scritta che diceva pressappoco così, più Capaci e meno Linares, Capaci luogo della strage dove fu ucciso Falcone, Linares l’allora capo della Mobile che in quei giorni era andato a mettere i sigilli all’impresa del boss di Mazara Mariano Agate. Si accese la solidarietà al funzionario di Polizia durò qualche giorno, poi basta.

Gli stessi che hanno solidarizzato con lui sono oggi alcuni di quelli che oggi dicono che la notizia non è la latitanza di Messina Denaro. Tutta colpa della società civile che tanto civile non è? No, niente affatto, è colpa di una politica, è colpa di governi che mandano segnali precisi. Ci vogliono togliere dalle mani le penne e i microfoni dalle nostre bocche,  vogliono spegnere il web e per fortuna dalle nostre parti c’è Riccardo Orioles che è provato essere diventato un esperto di internet e come usare la rete. E allora che fare? Dobbiamo fare di più, aumentare i circuiti dell’informazione,magari  caro Pino tornando all’antico, ai giornali diffusi a ciclostile, appesi sulle mura delle nostre città, li facciamo noi i pizzini, già abbiamo quelli delle legalità di Salvatore Coppola, ne faremo degli altri e li distribuiremo davanti alle scuole, per le piazze.

Avanti Pino non sei solo, e poi non conta essere tanti o pochi, conta avere la caparbia di non mollare. Ai mafiosi e ai loro complici diciamo di stare attenti perché i loro piani di disinformazione sono oramai scoperti.

Rino Giacalone  

Archivio

Archivio
<settembre 2019>
lunmarmergiovensabdom
2627282930311
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30123456
Mese
Vai