Archivio News dell'Associazione Antimafie Rita Atria Archivio News - News Associazione Antimafie "Rita Atria"

Ricerca

View_Blog

Autore: Creato: 01/09/2011 13:46 RssIcon
Io ho un concetto etico di giornalismo. Un giornalismo fatto di verità, impedisce molte corruzioni, frena la violenza della criminalità, accelera le opere pubbliche indispensabili, pretende il funzionamento dei servizi sociali, sollecita la costante attuazione della giustizia, impone ai politici il buon governo. Se un giornale non è capace di questo si fa carico di vite umane. Un giornalista incapace, per vigliaccheria o per calcolo, della verità si porta sulla coscienza tutti i dolori che avrebbe potuto evitare, le sofferenze, le sopraffazioni, le corruzioni, le violenze, che non è stato capace di combattere." Giuseppe Fava
Da admin Il 21/04/2018 09:37

Accogliamo con soddisfazione la sentenza pronunciata dalla Corte D'Assise di Palermo che a conclusione del processo sulla trattativa Stato-mafia ha riconosciuto la validità dell'impianto accusatorio condannando l'ex Senatore Marcello Dell'Utri e gli ufficiali del Ros dell'Arma dei Carabinieri Mori, Subranni e De Donno, insieme ai mafiosi Bagarella e Ciná per minaccia a corpo politico dello Stato.

Una sentenza storica che conferma dopo la sentenza del processo sulla strage di via dei Georgofili, che una trattativa tra pezzi di Stato e i vertici di "cosa nostra" sia realmente avvenuta e che apre nuovi scenari di indagine nellla ricerca della verità sulle stragi che hanno colpito l'Italia nei primi anni '90 e sul contesto criminale, politico e istituzionale in cui sono avvenute.

Da admin Il 17/04/2018 17:00

Negarlo ancora è inaccettabile e gravissimo
Da admin Il 06/04/2018 09:27
Il processo sul Muos di Niscemi, celebrato a Caltagirone, quello con rito abbreviato, in cui un dirigente della Regione Siciliana e tre imprenditori erano imputati di abusivismo edilizio e violazione della legge ambientale per la costruzione del sistema di telecomunicazione militare USA, si è concluso ieri con un lapidario "assolti perché il fatto non sussiste» e «rigetto della richiesta di confisca della struttura».  
Da admin Il 14/02/2018 14:04

Il 15 febbraio, Nadia Furnari, come accade ormai da quasi 10 anni, dovrà comparire davanti al tribunale di Messina per la chiamata in giudizio promossa dall’ex Prefetto di Messina, Stefano Scammacca, contro l’Avvocato Repici che, in due lettere rivolte al Presidente del Consiglio dei Ministri nel 2007, denunciava fatti e circostanze che coinvolgevano lo stesso ex prefetto. Lei, in particolare, è stata citata nel procedimento per una richiesta di risarcimento danni, in quanto accusata di essere, attraverso il sito www.ritaatria.it, l’organo divulgatore delle lettere.

Da admin Il 09/02/2018 09:59
A fine gennaio una “passeggiata” neofascista nel quartiere Primavalle a Roma poneva all’indice i migranti e le persone indigenti che vivono nel quartiere come “colpevoli” di ogni degrado e criminalità. Dopo il femminicidio di Pamela a Macerata, e l’atto terroristico neofascista, in poche ore la propaganda xenofoba e razzista ha puntato indice e tutte le altre 19 dita contro i migranti (e chi con loro è solidale) accusandoli indistintamente di essere colpevoli di spaccio di droga, mafia, insicurezza, criminalità e degrado. Arrivando anche ad affermare che è la presenza dei migranti ad aver scatenato l’atto criminale. Gli unici da condannare sono gli africani presenti in Italia. Ad oggi la dinamica non è ancora definita ma la colpa è dei migranti, senza se e senza ma. Emergesse altro sbaglierebbero la realtà e gli inquirenti. Eh si, perché in realtà c’è un altro passaggio delle ultime ore di Pamela che esiste: nelle ore precedenti il suo assassinio c’è chi l’ha pagata per avere un rapporto sessuale. Diventato...
Da admin Il 02/02/2018 07:38
26 anni da quel maledetto 2 febbraio 1992.
Più di 5 anni dalla riapertura delle indagini.
E' la storia di questo Paese dove i "misteri" anche se ormai senza veli possono essere tali perché siamo privi di memoria Storica.
Le indagini aperte da 5 anni a Massa comunque ci consegnano un dato di fatto: la morte di Sandro Marcucci e Silvio Lorenzini non sembra essere quello che in maniera sbrigativa una commissione ministeriale e l'allora procura di Massa hanno sentenziato.
Da admin Il 31/01/2018 14:28

Si è conclusa la fase dibattimentale del processo sulla “Trattativa Stato-mafia” durata quasi 5 anni con ben 202 udienze a cui ne sono seguite 8 per la requisitoria dei PM Antonino Di Matteo, Francesco Del Bene, Roberto Tartaglia e Vittorio Teresi, che ne hanno sostenuto l’accusa, chiedendo complessivamente 88 anni di reclusione per gli imputati.

Da questo momento termina l’applicazione al processo per i PM Di Matteo e Del Bene, che lasceranno Palermo per operare alla Direzione Nazionale Antimafia. È lo stesso Di Matteo a confermarlo al termine della sua requisitoria, evidenziando come in oltre 25 anni di indagini e processi sia stato oggetto, assieme ai suoi colleghi, di ripetuti attacchi e minacce al fine di scoraggiarne il proseguimento dell’attività investigativa... [...]

Da admin Il 24/01/2018 18:02
Il coinvolgimento dell'ex consigliere comunale di Milazzo Santo Napoli, nell'operazione antimafia Gotha 7, appare confermare le preoccupazioni sollevate dalla nostra Associazione quando nel 2012, all'indomani dell'operazione Gotha 3, avevamo chiesto alle Istituzioni competenti l’accertamento dell’eventuale condizionamento della criminalità sulle attività politiche locali.

Le informazioni su Santo Napoli che allora avevano destato le nostre preoccupazioni al punto da chiedere l'intervento dello Stato erano note, decine di blog e siti le pubblicavano da anni.

La sua amicizia con Rosario Pio Cattafi; le risultanze di verbali delle forze dell’ordine fin dal 2000 con audizioni di un ex consigliere comunale di Milazzo (Messina) e di un ex Sindaco; le relazioni della polizia di Stato di Milazzo che lo definiva “anello politico di congiunzione fra il mondo politico...
Da admin Il 28/12/2017 13:13
Pubblichiamo il post del nostro compagno di Viaggio, Goffredo D'Antona... è talmente disarmante che abbiamo scelto di pubblicarlo affinché altri ne possano beneficiare di questo "abbraccio di Carità" come direbbe Chandra Livia Candiani...



" COSA POTETE FARE PER ME Se dovessi vedere il mondo dall’affetto immenso che ho ricevuto in questi giorni, direi che non esiste mondo migliore possibile. Purtroppo cosi non è ma non perché manchi l’amore ma perché troppo spesso non lo esprimiamo. E’ assurdo esprimere amore fratellanza solidarietà solo nel dolore. Dall’oggi al domani mi sono addormentato solo, con una figlia da crescere. Ma mi sono svegliato con migliaia i fratelli e sorelle e non mi bastano mille anni per dire grazie per ricambiare le lacrime che avete versato con me. Cosa potete fare per me.  Amate amate sempre, abbracciate ogni volta che potete i vostri figli e le persone che amate, nauseateli di attenzioni di carezze. Sorridete, fatevi baciare dal sole, bevete la pioggia che pulisce...
Da admin Il 16/12/2017 21:43

Il nostro grande amico e compagno Goffredo D'Antona sta affrontando la prova più difficile della sua vita: la perdita improvvisa della moglie Maria Stella.

Caro Goffredo, questa notizia lascia tutti noi sgomenti e profondamente addolorati.

Le parole servono a ben poco ma speriamo che la certezza del nostro affetto e della nostra vicinanza possa essere di sostegno per te e per la tua cara giovane figlia.

Siamo certi che troverai la forza per superare anche questa tragica sfida, ma sappi che, come sempre, avrai tutti noi al tuo fianco. 

Associazione Antimafie Rita Atria


Archivio

Archivio
<aprile 2018>
lunmarmergiovensabdom
2627282930311
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30123456
Mese
Vai